il piccolo pilota ha solo 8 anni, eppure, dopo aver guardato con attenzione un video su #Youtube si è messo alla guida dell'auto dei genitori. Il bimbo ha percorso circa un chilometro, durante il quale ha seguito alla lettera tutte le istruzioni, e senza mai superare i limiti di velocità o infrangere altre regole stradali. La sua meta era un McDonald's, dove ha comprato un gustoso cheesburger: insieme a lui la sorellina di 4 anni, certamente orgogliosissima di avere un fratello così 'intraprendente'.

Ha guidato fino al McDonald's portandosi appresso la sorellina

Il fatto è accaduto negli Stati Uniti, nell'Ohio: secondo le autorità, il bimbo prima ha aspettato che i genitori andassero a dormire, poi ha invitato la sorella a seguirlo, si è messo al posto di guida e - come aveva imparato dalle istruzioni sul video youtube - è partito tranquillamente, diretto verso il vicino McDonald’s.

Pubblicità
Pubblicità

Giunto a destinazione ha fermato l'auto al take away, ordinato il suo cheesburger e pagato l'importo con i suoi risparmi. Solo in un secondo tempo gli impiegati del fast food, sbalorditi, si sono resi conto che i genitori del bambino non erano in auto: fratello e sorella, infatti, sono stati notati da un amico di famiglia che - solo per caso - si trovava nello stesso locale e ha poi dato l'allarme. La vicenda per fortuna è finita bene, una marachella infantile senza brutte conseguenze, ma non sempre questi episodi finiscono in modo positivo.

I tutorial su internet: alcuni potenzialmente pericolosi

Dalle più semplici alle più complesse, attraverso i video si possono imparare tante cose: come decorare il cibo, per esempio, o una ricetta da chef stellato. Possiamo apprendere una nuova lingua, cucinare, truccarci, vestirci alla moda, curare le piante, fare l'uncinetto, riparare gli elettrodomestici, scoprire nuove funzioni del pc e del cellulare, smontare l’aspirapolvere, cambiare il vetro del telefonino e addirittura costruirci una casa.

Pubblicità

Può essere, però, anche un luogo pieno di insidie: ad esempio, tra i tanti #tutorial, vi si trovano perfino le istruzioni per costruire una bomba.

Le voci, le discussioni, gli articoli sull'argomento si moltiplicano di anno in anno: il web, ammettiamolo, è un mare sconfinato nel quale si può trovare qualsiasi cosa, dalla diffamazione alla pedopornografia, dal furto d'identità alle truffe online; un luogo dove è difficile, se non impossibile, distinguere il vero dal falso, dove non ci sono regole e non ci si può difendere. #internet, insomma, è diventato un luogo virtuale dove ogni nostra domanda (o quasi) trova sempre la risposta: l'accesso alle informazioni è immediato, le sue capacità sono sorprendenti ma, soprattutto in mano a dei bimbi, potenzialmente molto pericoloso.