Le elezioni federali della #Germania 2017 sono molto attese da tutta Europa per vedere se il governo di Angela Merkel sarà confermato. La lotta politica per le elezioni vede antagoniste tre coalizioni: la coalizione del Cdu (unione cristiano democratica), la coalizione del Csu (unione cristiano sociale) della uscente #merkel e quella della Spd (partito social-democratico). Si vota il 24 settembre.

Facciamo la descrizione di una leader popolare come la Merkel

La Merkel ha sciolto le riserve ed ha deciso di presentare la candidatura, dopo la Brexit e l'esito delle elezioni Usa si poteva pensare ad un passo indietro della Merkel verso ambiti ruoli internazionali.

Pubblicità
Pubblicità

Angela Merkel è in carica al governo dal 2005, e dal 2000 capeggia l'unione cristiano sociale che è un movimento conservatore. Laureata in fisica all'università di Lipsia, si è dimostrata un vero e proprio scienziato, molto concreta nei fatti e sul campo, lasciando in secondo piano lo scontro e la lotta politica esteriore. Ha una visione politica molto razionale, decisa e solitaria, ha mantenuto fede ai suoi programmi elettorali, è a favore del mercato capitalista, ma sostiene i sindacati ed è in favore dell'uguaglianza sociale. La Germania ha aiutato la Grecia in un momento di grave difficoltà economica, ha rinunciato al nucleare in controtendenza con i grandi paesi mondiali. Ha gestito in pratica da sola la grande crisi economica europea. E' un donna intraprendente che molto bon-ton, una lady di ferro che sa costruire un'arte politica raffinata.

Pubblicità

Prossimo avversario della Merkel sarà Martin Schulz, l'ex presidente del parlamento europeo. E' il leader del Cdu, ha un passato da calciatore e da libraio. E' a favore dell'immigrazione e punta ad una politica che investa sui giovani che sono il futuro.

La Merkel è ancora in vantaggio nei sondaggi

Secondo gli ultimi sondaggi l'alleanza del Cdu con il Csu ha dato i suoi frutti ed è in vantaggio di 15 punti sulla Spd di Schultz. La Merkel è una leader popolare molto forte che ha guidato il paese negli ultimi anni ad un tempo di stabilità e di crescita economica. Merkel ha promesso di ridurre la disoccupazione dal 5,5% al 3%, con una politica saggia di occupazione, e vuole ridurre le tasse alla classe media. Il programma politico centrista e moderato sembra infatti fare breccia nel paese. Schultz invece vuole ridurre il divario sociale tra ricchi e poveri. E' in gioco la politica economica internazione, che vede la Germania come faro e guida dell'Unione europea.

Link pertinenti di Blasting News:

http://it.blastingnews.com/politica/2017/03/germania-martin-schulz-mette-paura-alla-merkel-001523447.html;

http://it.blastingnews.com/politica/2016/09/elezioni-in-germania-tonfo-di-angela-merkel-frauke-petry-sorride-001098757.html