Pubblicità
Pubblicità

Dopo Chiara Ferragni una delle influencer più famose del mondo che ha dato il via, poi ragazzi e ragazze che dopo alcuni passaggi in TV in trasmissioni come "uomini e donne" hanno cominciato inconsapevolmente ad essere tali, oggi è un lavoro aspiratissimo e diffusissimo anche da persone meno famose e conosciute. Chiara è stata una delle prime ed ora ha ora un impero con il suo "The Blonde Salad", dove dispensa consigli di moda e la sua linea di abiti: i suoi social sono seguitissimi ed è l'ispirazione per molte blogger che vogliono intraprendere la sua strada. Ha annunciato da poco la sua gravidanza [VIDEO], al 5° mese, ed insieme al suo compagno Fedez tra poco avranno un bambino.

Pubblicità

Subito dopo si sposeranno, dopo la seguitissima proposta di matrimonio da parte del cantante in diretta durane il suo concerto.

Cos'è un influencer?

E' un lavoro che si svolge esclusivamente sul web: attraverso un blog o più semplicemente con delle foto, ragazze e ragazzi mostrano dei prodotti attraverso i social, come pubblicità. Oggi infatti sono molti i brand che si affidano a piccoli e grandi persone famose a cui regalano i loro prodotti in cambio di sponsorizzazione. Una foto, ben scattata, ben pensata, ben presentata per pubblicizzare quel determinato brand sui propri social in particolare negli ultimi anni "Instagram".

Le blogger, tipo la Ferragni, hanno un loro blog dove parlano di diversi argomenti, fashion, travel, food, ed argomentano il tema presentato con più foto e spiegazioni di ciò che presentano: anche qui possono essere argomenti richiesti da aziende che chiedono una collaborazione, oppure argomenti ideati dagli stessi autori che hanno voglia di parlare di un determinato argomento.

Pubblicità

Il nuovo mondo di Instagram

Attraverso Instagram invece, i ragazzi postano la foto del prodotto ricevuto dall'azienda, ne descrivono le proprietà o caratteristiche e la pubblicizzano ai propri followers. Il problema è che oggi, sempre più ragazzi si improvvisano "influencer", aprono un profilo Instagram, comprano followers per far vedere che sono seguiti e postano commenti solo positivi su tutti i prodotti ricevuti. Cosa sbagliatissima, perché le recensioni sono fatte per essere sincere, per descrivere la propria opinione ed è nato, proprio per il rapporto diretto che c'è tra la persona che mostra i prodotti e chi segue e la sincerità che dovrebbe esserci. Molte aziende preferiscono affidarsi ad "influencer" perché più dirette, più raggiungibili, più vere per chi visualizza, rispetto ad una pubblicità televisiva o cartacea. Per questo motivo se un prodotto non vale va detto altrimenti, a lungo andare, si perde di credibilità. Questo improvvisarsi influencer è dovuto al "volere cose gratis" e basta.

Pubblicità

Così queste finte influencer inviano email random a tutte le aziende che trovano chiedendo di "collaborare", promettendo pubblicità ma in realtà non si è davvero interessati al prodotto ma solo al "volerlo gratis". Ed è per colpa di queste persone che anche questo tipo di lavoro, perché è un lavoro, sta scadendo e non è ben visto: le persone serie, famose o meno, non elogiano a prescindere il prodotto ma a seconda del proprio target, parlano di una determinata azienda in maniera obiettiva e ne sono davvero interessate.

Sempre più aziende invece, ricevono email a "copia e incolla" da parte di ragazze improvvisate influencer, che dicono all'azienda che li ammirano molto e che vorrebbero i loro prodotti (gratis) per sponsorizzarli ma non ne sono realmente interessate. Per fare questo lavoro ci vuole serietà, costanza, sincerità ed ovviamente, una buona dose di fortuna. #essere una influencer #diventare una influencer e blogger