"Il 2 settembre provvisoriamente chiusa la Strada statale 640 di Porto Empedocle" in direzione Agrigento-Caltanissetta". È quanto fa sapere l’Anas, il gestore della rete stradale ed autostradale italiana, in una nota, nella quale si fa riferimento al provvedimento per “il passaggio di un trasporto eccezionale” per conto di una società, previsto tra le 6 e le 17 di oggi, mercoledì 2 settembre. E proprio “in funzione dell’avanzamento del convoglio”, si procederà gradualmente alla progressiva chiusura di tratti della stessa statale tra i chilometri 0,55 e 16,40 tra Porto Empedocle e lo svincolo di Favara, nell’Agrigentino. “Durante la chiusura” in questione, “il traffico verrà deviato in loco”, aggiungono dall’Anas, che raccomanda massima prudenza nella guida.

Pubblicità
Pubblicità

Fondamentale rispettare sempre il Codice della strada.

La strada rappresenta uno dei principali assi viari della Sicilia

La Statale è conosciuta da molti anche come strada a scorrimento veloce Agrigento-Caltanissetta, seppure impropriamente, collega Porto Empedocle allo svincolo di Caltanissetta sull’A19, l’autostrada che collega #Palermo a Catania e attraversa il cuore della Sicilia. La 640 rappresenta uno dei principali assi viari dell'Isola e, soprattutto, la maggiore via di collegamento tra Agrigento e il capoluogo nisseno. Nel tempo ha sostituito, con un percorso che non propone attraversamenti urbani, la Statale 122 Agrigentina, a cui resta collegata con più svincoli. La 640 passa anche dai territori di Racalmuto, Canicattì e San Cataldo. Una bretella di raccordo consente il collegamento con un’altra statale, la 626, e Pietraperzia.

Pubblicità

Sono in corso opere di ammodernamento

In passato la 640 - dove massiccio si è rivelato il numero di incidenti automobilistici di una certa gravità, spesso mortali, negli anni scorsi - è stata declassata da “strada a scorrimento veloce”, per la presenza di diverse intersezioni cosiddette a raso. Inoltre, da diversi anni sono in corso opere per la trasformazione in strada extraurbana principale, con la finalità di ridurre i tempi di percorrenza tra Caltanissetta e la Valle dei Templi. Programmata la realizzazione di due carreggiate separate, con altrettante corsie per senso di marcia. Spazio anche a una corsia d’emergenza. La fine dei lavori è prevista per il 2016. #Cronaca Palermo