Si prepara la prosecuzione della protesta dei disabili siciliani, intrapresa dai fratelli palermitani Alessio e Gianluca Pellegrino, racchiusa nello slogan “SiamoHandicappatiNoCretini”, divenuto il comitato per la rivendicazione dei diritti dei siciliani disabili gravi. Tutto è iniziato in seguito a due video trasmessi, rispettivamente nelle puntate del 15 e del 20 febbraio, dal programma Le Iene, ed alle dimissioni dell'assessore alle Politiche Sociali della Regione Siciliana Gianluca Miccichè. Egli era stato infatti sorpreso nell’atto di “chiedere una mano” ai due fratelli per mantenere il proprio incarico di assessore, a seguito delle polemiche suscitate da un mancato incontro tra i tre in assessorato: la sua assenza, mal giustificata, aveva appunto scatenato le “indagini” del programma, con relativi risultati, e determinato le dimissioni..

Pubblicità

Pubblicità

Il nodo dell’incontro mai avvenuto sarebbe stato la richiesta di assistenza continua per i siciliani disabili gravi. Il 21 febbraio si è poi tenuta una manifestazione davanti il Palazzo d’Orleans di #Palermo, sede della presidenza della Sicilia, per protestare contro i tagli ai servizi di assistenza domiciliare forniti dalla regione alle persone con disabilità gravi: infatti, il numero di ore di servizio garantito era di tre, contro le ventiquattro di assistenza continua richieste per i casi gravi.

La protesta è riuscita ad assumere una rilevanza apprezzabile, anche grazie alla presenza del regista #Pif, ripreso durante una ormai celebre telefonata a Rosario Crocetta nell’atto di rimproverarlo aspramente a causa della sua assenza in una situazione tanto delicata.

Pubblicità

Proseguirà oggi, 12 aprile 2017, la lotta dei disabili siciliani e delle loro famiglie, supportati da numerosissime adesioni, primi fra tutti, ancora, il regista Pif e l’arcivescovo Corrado Lorefice, nella Marcia per la Dignità. L’inizio della protesta è previsto per le 11 sul sagrato della Cattedrale del capoluogo palermitano, per proseguire in un corteo silenzioso alla volta di Piazza Indipendenza.

Utile segnalazione giunge dalla pagina di Facebook del comitato: sebbene parte della manifestazione si svolga in zona Ztl, per i veicoli che trasportano disabili vi è la possibilità di accedervi gratuitamente, registrandosi al sito del Comune. La speranza è certamente quella di ottenere dei risultati ma, prima ancora, a giudicare dalle parole dello slogan, di gettare le basi di un'azione coordinata a favore dei disabili, gravi e meno gravi, siciliani, della quale gli eventi di questi mesi costituiscono solo il principio. #disabilità