Dopo la condanna del leader del Pdl #Silvio Berlusconi, i vari esponenti politici sembrano dare chiari segni di preferire una stabilità di governo delle larghe intese, piuttosto che cambiare rotta verso scenari alternativi che possano far uscire l'Italia dalla grave e preoccupante stagnazione economica, così #Beppe Grillo tuona contro il capo dello Stato e sul suo blog titola: "Errare è umano, perseverare è Napolitano".

Secondo il leader del M5S, il capo dello stato #Giorgio Napolitano sembra appoggiare completamente il governo Letta e il caso politico dell'anno 2013 torna alla carica sempre dal proprio blog dove tutto è iniziato: "Basta giochetti, ci mandi a votare caro Presidente".

Pubblicità
Pubblicità

Ma non finisce qui: come un fiume in piena, sempre dal suo blog, Beppe Grillo ha inviato un durissimo messaggio: "La smetta signor Presidente di provare a convincere gli italiani che il governo Letta sia l'unico possibile perché i mercati non capirebbero. Ci mandi a votare caro Presidente. Si fidi degli italiani per una volta e non del Violante di turno. Ci mandi a votare e vedremo se l'Italia non saprà dare ai mercati un governo forte e duraturo".

Il leader del M5S ha concluso il suo post chiedendo nuovamente al Presidente di permettere agli italiani di scegliere il loro destino e il loro partito, chiedendo un atto di fiducia al popolo italiano e non al "Violante di turno" in cerca del quarto grado di giudizio per l'ex premier Silvio Berlusconi: "Si fidi degli italiani per una volta e non del Violante di turno.

Pubblicità

Ci mandi a votare e vedremo se l'Italia non saprà dare ai mercati un governo forte e duraturo. I mercati capiscono benissimo e la prova è il titolo Mediaset che ha raddoppiato in borsa da febbraio sulla scia di speculazioni di ogni tipo chiaramente considerate dal mercato favorevoli per Berlusconi, non certo per gli italiani".