Massa - Le Commissioni Consiliari permanenti sono state nominate e si sono costituite neanche un mese fa (il 7 agosto precisamente) e già scoppiano le prime polemiche. Giovedì scorso infatti la Commissione ai Lavori Pubblici ha emesso un Comunicato Stampa in cui si esprime "disagio rispetto al metodo scelto dalla giunta di eliminare il terzo piano dal progetto di parcheggio interrato all'ex mercato coperto".

Il messaggio è stato firmato emblematicamente da tre dei consiglieri comunali appartenenti alla maggioranza di centrosinistra: Giacomo Bugliani (PD), Graziella Lazzarini (Lista Blu) e Simone Ortori (SEL). Il testo del comunicato non entra nel merito della questione, ma lamenta una mancanza di coinvolgimento politico.

Pubblicità
Pubblicità

"Avviando l'attività della Commissione Lavori Pubblici – si legge nel Comunicato – abbiamo preso atto della delibera n. 192 dell'8 luglio 2013 con cui la Giunta comunale approva il piano triennale ed annuale delle opere pubbliche e decide di fatto di eliminare dal finanziamento dell'opera i soldi già stanziati per la realizzazione del terzo piano. Come consiglieri comunali e appartenenti alla maggioranza avremmo preferito un percorso in grado di coinvolgerci maggiormente, in grado magari di spiegare le motivazione di questa scelta".

Un dissenso espresso emblematicamente da esponenti della maggioranza, non molto solida e unità evidentemente, che lamentano un mancato coinvolgimento in armonia con il ruolo della Commissione Consiliare che sarebbe quello di controllare e approfondire le questioni poste sul tavolo del Consiglio Comunale per una migliore organizzazione amministrativa.

Pubblicità

"Il nostro dissenso sul metodo – continua il Comunicato – testimonia la assoluta convinzione di dover difendere e dare ancora maggior senso al ruolo del Consiglio Comunale e delle Commissioni permanenti come fondamentali luoghi in cui praticare partecipazione, dialogo e confronto". "La nostra idea di partecipazione non può che partire dal coinvolgimento di coloro che sono stati eletti e delegati dai cittadini a indirizzare e controllare l'azione dell' amministrazione comunale".

Nel merito della questione, in realtà, quest'opera è considerata necessaria ed utile soprattutto per gli abitanti del centro storico, costretti troppo spesso a tollerare il parcheggio selvaggio delle automobili. In ogni caso i consiglieri firmatari lamentano la scarsa comunicazione interna che avrebbe dovuto portare a informare i consiglieri delegati alla Commissione relativa alle opere pubbliche. Insomma, per la giunta Volpi, una prova di poca trasparenza e democrazia con un insito dubbio: a cosa servono le Commissioni Consiliari se non vengono coinvolte nelle decisioni politiche? #Massa Carrara #Alessandro Volpi