Il decreto svuota carceri 2013 è legge, passa al Senato il tanto discusso provvedimento contro il sovraffollamento carceri con grande putiferio scatenato ancora una volta da parte della Lega, da sempre avversa alla sua attuazione. Dopo il tira e molla lunghissimo tra Camera e Senato sulle modifiche al decreto svuota carceri, il disegno di legge di conversione è definitivo.

Il decreto svuota carceri 2013 è definitivo: passa al Senato con 195 sì e 57 no, con grandi proteste della Lega Nord, con i senatori che hanno fatto uso di fischietti ed esposto ai banchi del #Governo un cartellino rosso, stendendo anche lo striscione "Basta inganni e illusioni, governo Letta a casa subito!", come riporta Il Fatto Quotidiano.

Pubblicità
Pubblicità

Il decreto svuota carceri 2013, a ogni modo, è ormai realtà, con le varie modifiche apportate di recente prima per alzare a 5 anni il tetto di pena per l'esclusione dalla custodia cautelare, poi con ritocchi ad hoc per evitare la liberazione di stalker e di condannati per finanziamento illecito. Legato a doppio filo con il decreto svuota carceri 2013 contro il sovraffollamento è il tema dell'amnistia, su cui Maroni si è appena espresso con toni a dir poco forti: "Se qualcuno pensa di farlo sappia che dalla Lega avrà altro che il Vietnam o l'Afghanistan".

Il tanto discusso decreto svuota carceri 2013 è ora legge, bisognerà tuttavia capire se, come sostengono alcuni, non sarà comunque sufficiente, in questa forma, per risolvere il problema del sovraffollamento delle carceri in Italia.

Pubblicità