Dopo le vacanze estive il #Governo Letta delle larghe intese sembra tremare sotto la condanna inflitta dalla magistratura all’ex premier Silvio Berlusconi. Mentre il leader del M5S Beppe Grillo invita il Presidente Napolitano a indire le elezioni anticipate, i dati del sondaggio dell’Istituto Coesis Research hanno mostrato il sorpasso del Partito Democratico con il 28% delle preferenze di voto, mentre il Pdl ha perso un punto percentuale rispetto alla settimana scorsa, fermandosi al 26%, Alberto Amadori del Coesis in merito ha sottolineato: "Se continua così, il Pdl può perdere anche altri punti. Agli occhi degli italiani non è più quel partito post o neo democristiano.

Pubblicità
Pubblicità

Il Pdl rischia di diventare il partito della protesta e dell'instabilità".

Invece restano stabili le altre formazioni politiche, infatti, troviamo il M5S oscillare ancora tra il 16% e il 17%, mentre restano stabili Sinistra Ecologia Libertà al 6%, Scelta Civica di Mario Monti al 5%, l’Udc di Pier Ferdinando Casini al 2% e la Destra di Storace al 1,2%, in crescita la Lega Nord di Roberto Maroni che si attesta il 4%, e Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni e Ignazio La Russa al 3%.

Ad ogni modo in attesa di conoscere le sorti sulla stabilità del governo Letta, le preferenze di voto hanno subìto un significativo cambiamento, prospettando una maggioranza di voto verso il Partito Democratico, ecco i dati del sondaggio: #Silvio Berlusconi #Elezioni politiche

  • Pd al 28%
  • Pdl al 26%
  • M5S al 16%
  • Sinistra Ecologia Libertà al 6%
  • Scelta Civica al 5%
  • Lega Nord al 4%
  • Fratelli d’Italia al 3%
  • La Destra di Storace al 1,2%