Sondaggi politici, PD e PDL pari, Movimento 5 Stelle possibile bomba: il direttore di Demopolis Pietro Vento, intervistato da L'Espresso, condivide informazioni e opinioni interessanti in questo periodo di vuoto per i sondaggi politici ed elettorali (tanto che l'ultimo risale ormai a più di 3 settimane fa).

Torna a parlare di sondaggi politici, di Movimento 5 Stelle, PD e PDL, Pietro Vento di Demopolis. Benché ancora non si abbiano nuovi dati (dovremmo vederli diffusi la settimana prossima), risulta interessante l'opinione del direttore di Dempolis secondo cui in nuove ipotetiche elezioni, basandosi sui dati del momento, "centrodestra e centrosinistra finirebbero pari, entrambi al di sotto degli 11 milioni di voti: due grandi minoranze, con il centrosinistra al 34,6 per cento ed il centrodestra al 34,5 per cento.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo il Barometro politico Demopolis, lo stacco non supererebbe i 100 mila voti".

Grande attenzione quando si parla di sondaggi politici per il Movimento 5 Stelle, che come è noto storicamente è stato finora male inquadrato. Se secondo i dati dei primi di agosto il Movimento 5 Stelle nei sondaggi si attesta attorno al 18-19%, non sono in pochi a ritenere la stima riduttiva. Un monito giunge anche da Pietro Vento, che considera il M5S ancora un po' più in basso rispetto agli altri partito, ma "con grandi margini di crescita in campagna elettorale", dato che #Beppe Grillo ha la "capacità di convincere e il suo dato può variare molto". Interessante inoltre notare che secondo Vento il Movimento 5 Stelle cederà solo un decimo degli elettori che lo hanno scelto a febbraio.

Se così fosse i sondaggi politici sul Movimento 5 Stelle attuali sarebbero molto riduttivi.

Pubblicità

Seguendo l'indicazione di Vento avremmo quasi un 23% di voti riconfermato per il M5S (9 su dieci) più tutti i nuovi voti acquisiti. Ben oltre, quindi, il 18-19% con cui è stimato oggi nei sondaggi: una forza, ancora una volta, da non sottovalutare per PD e PDL. #Governo #Elezioni politiche