Ultimi #Sondaggi politici su Berlusconi, M5S e PD: con Renzi cambia tutto. A dirlo sono le rilevazioni di IPR Marketing. Dopo aver visto il confronto tra tutti gli ultimi sondaggi politici (SWG, IPR, Tecné), ci focalizziamo oggi sui dati IPR del 5 agosto 2013, e in particolare sul cambiamento straordinario che avverrebbe, a detta dell'istituto, se Renzi scendesse in campo.

Gli ultimi sondaggi politici su Berlusconi, M5S e PD parlano chiaro sul vantaggio del Popolo della Libertà: 27,5% per il PDL, 26,5% per il PD, 19% per il Movimento 5 Stelle e poi 5,5% per SEL e 4% per Scelta Civica. Ma cosa accadrebbe se scendesse in campo Matteo Renzi, attuale sindaco di Firenze e possibile nuovo leader del Partito Democratico?

A spiegarlo è stato lo stesso direttore di IPR Marketing, Antonio Noto.

Pubblicità
Pubblicità

Come riporta Quotidiano.net, infatti, Noto ha dichiarato che "sarebbe decisiva la scelta del candidato premier da parte del centrosinistra. Se fosse Matteo Renzi, lo studio dei più recenti flussi ci dice che potrebbe assicurare la vittoria alla sua coalizione, portando tra i 5 e i 6 punti in più. Renzi è un candidato che dà valore aggiunto alla coalizione, Letta no".

Ma sugli ultimi sondaggi politici riguardanti il PD, e quindi anche tutte le altre forze politiche, si è espresso anche Renato Mannheimer, che non ha dubbi sull'effetto "collante" positivo sull'elettorato di centrodestra derivato dalla sentenza di condanna per #Silvio Berlusconi. In sostanza se si andasse subito al voto senza Renzi, il centrodestra sembrerebbe in vantaggio anche se non di molto. Ma se Renzi dovesse scendere in campo, sarebbe il centrosinistra ad avere, e anche nettamente, una marcia in più rispetto a PDL e M5S.

Pubblicità

#Governo