E' arrivato il momento per gli studenti italiani di tornare tra i banchi di scuola. L'estate ormai è terminata e la campanella per molti studenti è già suonata.

Il 10 settembre, per esempio, sono tornati tra i banchi di #Scuola gli allievi del Piemonte e del Molise. L'11 settembre, invece, toccherà agli allievi di Trentino Alto Adige, Toscana, Umbria, Lazio e Marche tornare a scuola.

Giovedì 12 settembre, è previsto il rientro per gli studenti di Valle d'Aosta, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Basilicata. I più fortunati saranno i pugliesi, che dovranno tornare a scuola a partire da martedì 17 settembre.

In queste ore si parla molto di tematiche legate al nuovo anno scolastico.

Pubblicità
Pubblicità

Il premier Letta, infatti, ha recentemente dichiarato che il #Governo ha messo in campo una serie di interventi, pronti a dare risposte pratiche e immediate sul problema dei tagli alla scuola.

Il consiglio dei Ministri, per esempio, nei giorni scorsi ha dato il via libera, all'assunzione di ben 27mila insegnanti di sostegno. Arriva, anche, il welfare dello studente' con uno stanziamento di 15 milioni di euro nel 2014 per favorire il raggiungimento dei più alti livelli.

Tra le novità di questo nuovo anno scolastico, anche la possibilità di usare vecchi libri di testo, e agevolazioni economiche per le famiglie più bisognose. Il Ministro dell'Istruzione, Carrozza, ha stanziato ben 400milioni di euro per il "pacchetto scuola", che arriveranno dalle accise sull'alcool.

Eliminato anche il bonus maturità che permetteva agevolazioni ai test di ingresso per le facoltà a numero chiuso, a favore degli alunni più meritevoli.

Pubblicità