Sembra essere giunta alla fine la lunga attesa per scoprire quando la Giunta per l'Immunità del Senato debba votare la questione della decadenza di #Silvio Berlusconi da Senatore della Repubblica. Il presidente Dario Stefano ha proposto un calendario che è stato accolto all'unanimità: una prima seduta lunedì, dalle 15 alle 20; una seconda martedì, dalle 9 alle 14; infine mercoledì, dalle 20.30 in poi, prima ci saranno le dichiarazioni di voto e poi il voto vero e proprio.

La questione riguarda la condanna comminata a Silvio Berlusconi dalla Corte di Cassazione per frode fiscale ed è diventata il cuore del dibattito politico, mettendo in secondo piano spesso questioni di vitale importanza per il paese.

Pubblicità
Pubblicità



Nel frattempo ci sono state polemiche a partire dalle parole che Renzi ha pronunciato ieri sera a "Porta a Porta", affermando che era giunto il game over per Silvio Berlusconi. Le risposte non si sono fatte attendere da chi, come Massimo Parisi, coordinatore toscano del PDL, ha ribadito che non deve essere né Renzi né la magistratura a decidere di questioni politiche tanto delicate, ma soltanto il popolo dovrebbe essere sovrano. Che anche chi rinfaccia a Renzi un voltafaccia, dopo le dichiarazioni estive nelle quali il sindaco di Firenze ribadiva la necessità di sconfiggere Berlusconi politicamente e non ricorrendo alla magistratura.

Il PD parla invece di "clima sereno" e di confronto su uno di quei temi che rischiano di far cadere il #Governo e di far ritrovare l'Italia ancora una volta in affanno politico e istituzionale.

Pubblicità

La buona notizia è che entro mercoledì la questione in un modo o nell'altra sarà risolta. #Matteo Renzi