Decreto #Scuola 2013, le notizie - Norme che riguardano l'ampliamento del wifi nelle scuole, l'abolizione del bonus maturità già da quest'anno, il no alle sigarette elettroniche e misure tese a diminuire il peso del costo dei libri. Questi le novità principali del decreto Legge Scuola introdotto dal #Governo letta e approvato dal Consiglio dei ministri.

Le altre novità del Decreto Scuola 2013 riguardano il costo dell'istruzione, con il consolidamento pluriennale il fondo del diritto allo studio universitario, oltre al welfare per lo studente medio, l'aumento dei contenuti digitali presenti nelle scuole, introduzione del comodato d'uso dei libri cartacei e dei supporti per l'utilizzo di ebook.

Pubblicità
Pubblicità

Inoltre sono state introdotte misure per l'integrazione e per l'orientamento degli studenti: si è intervenuti per aiutare i ragazzi a scegliere il proprio futuro dalle scuole medie alle superiori e dal liceo all'università.

Saranno immesse nuove 200 unità Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia: visto il momento particolare dal punto di vista dei terremoti che sta vivendo il Paese, è stato ritenuto importante investire nel settore.

Sono state introdotte misure per avere incentivi fiscali per le università e istituti musicali. Proprio per gli istituti musicali pareggiati sono previsti nuovi stanziamenti visto il forte periodo di crisi vissuto dalla categoria.

Altri interventi del decreto del Governo Letta: anche sugli insegnanti riguardanti la programmazione triennali sulle assunzioni e un piano dedicato agli insegnati di sostegno.

Pubblicità

Previste nuove immissioni in ruolo: 4400 nel 2013-2014, 13342 nel 2014-2015, 8895 nel 2015-2016. Altre norme sulla formazione dei docenti, con l'aggiunta di specificità come l'aggiornamento delle tecnologie digitali.

Saranno stanziati inoltre nuovi fondi per l'edilizia scolastica e per l'acquisizione di nuove scuole grazie alla Banca Europea degli investimenti.