Il Presidente della Repubblica, #Giorgio Napolitano ha recentemente nominato quattro nuovi senatori a vita. Trattasi del direttore d'orchestra Claudio Abbado, l'architetto Renzo Piano, il fisico nucleare Carlo Rubbia e la neurobiologa del San Raffaele Elena Cattaneo.

E così i quattro nuovi senatori a vita si aggiungeranno ai già senatori a vita Giulio Andreotti, Carlo Azeglio Ciampi e Mario Monti.

Tutti i senatori a vita percepiscono uno stipendio mensile pari a 13mila euro al mese. Cifre piuttosto elevate, soprattutto se consideriamo il grande periodo di crisi economica che sta attraversando il nostro Paese, dove buona parte delle famiglie, fatica ad arrivare alla fine del mese con uno stipendio di soli 1000 euro.

Pubblicità
Pubblicità

La scelta di Napolitano di nominare quattro nuovi senatori ha suscitato un po' di maretta nell'ambiente politico, in particolare nel Pdl. La deputata Daniela Santanchè, per esempio, ha dichiarato che l'unico politico che meritava la nomina a senatore a vita era il suo leader, #Silvio Berlusconi.

E così la nomina dei nuovi senatori a vita, e l'entità del futuro stipendio che essi percepiranno. non poteva che scatenare una marea di polemiche sul web; hanno fatto sentire la loro anche i grillini, i quali hanno lanciato un appello ai quattro nuovi senatori, invitandoli a tagliarsi lo stipendio e ad inviare le eccedenze sul conto statale per il fondo di finanziamento alle imprese su cui versano le loro eccedenze anche i portavoce al Senato del Movimento 5 stelle.

Al momento però nessuno dei quattro ha risposto a questo appello.

Pubblicità

#Beppe Grillo