Alla fine #Silvio Berlusconi ha parlato. Il discorso del videomessaggio, lungo 17 minuti (solo una piccola parte è stata ritrasmessa in Rai) ha confermato la sua intenzione di tornare in politica, o meglio, di riportare in auge Forza Italia.

Nessun riferimento nel videomessaggio a dichiarazioni di sfiducia al Governo Letta, per il quale l’appoggio sembra confermato.

Berlusconi ha invece ribadito, a poche ore dalla decisione della Giunta sulla sua decadenza, la sua ostilità nei confronti delle ‘toghe’ e in generale della giustizia italiana: “Non possiamo permetterci un’Italia rinchiusa nella gabbia della giustizia italiana che agisce sulla carne viva degli italiani coinvolti in processi civili e penali.

Pubblicità
Pubblicità

Uno dice ‘a te non capiterà, ma quando capita diventa infernale’.

Berlusconi mette poi in atto nel suo discorso una sorta di chiamata alle armi: “Dico a tutti gli italiani onesti - ribadisce nel messaggio Berlusconi - reagite, fatevi sentire per uscire dalla situazione in cui siamo precipitati. Fate sentire quanto sia forte la vostra nausea verso questa politica che sembra un mondo a parte di approfittatori lontani dalla vita reale, proprio per questo occorre che noi tutti ci occupiamo della politica, e sporca ma se la lascia chi se ne sta occupando sarà sempre più sporca”.

Arriva quindi, l’annuncio della rinascita di Forza Italia, che ricorda molto il messaggio della discesa in campo di Berlusconi. “E’ arrivato il momento di svegliarci, di indignarci , di farci sentire – proclama il Cavaliere - .

Pubblicità

E' arrivato il momento in cui gli italiani che amano l’italia e la libertà devono sentire l dovere di impegnarsi personalmente. Credo che la coa migliore da fare sia quella di riprendere in mano la bandiera di Forza Italia”.  #magistratura