Massa – È caos per la Commissione Statuto che deve discutere sulla nomina dei rappresentanti del Comune di Massa nelle società partecipate o municipalizzate. La nuova giunta Volpi mira a una riforma strutturale del sistema di nomina per un maggior controllo pubblico sulle società attraverso una serie di provvedimenti come: la designazione di amministratore unico, dove possibile, la riduzione dei posti nei consigli di amministrazione e selezioni pubbliche per gli amministratori basate su criteri di competenza.

Un obiettivo ambizioso e importante, ma opposizione e anche parte della maggioranza fanno ostruzionismo e puntano a tirare in lungo la faccenda per vederci chiaro e approfondire la questione.

Pubblicità
Pubblicità

Venerdì scorso era previsto un incontro della Commissione Statuto che è stato annullato per mancanza del numero legale di presenze: molte le assenze anche "rumorose" fra esponenti di PD e liste civiche per #Alessandro Volpi. Come sempre quando si parla di "nomine" e assegnazione di poltrone nei palazzi della politica, ognuno vuole la propria parte.

Domani però, giovedì 5 settembre, è in programma un Consiglio Comunale e all'Ordine del Giorno sono previsti anche gli "Indirizzi per la nomina, designazione e revoca dei rappresentanti del Comune presso enti, aziende e istituzioni". Il problema è che l'Ordine del Giorno presenta una lista lunghissima di interpellanze e mozioni e il rischio è che per le nomine dei rappresentanti presso le società partecipate ci sarà da aspettare ancora. Forse venerdì si terrà una sessione di Consiglio supplementare per smaltire vari interventi su: mercato e piscina comunale, femminicidio, chiusura del Teatro Guglielmi, finanziamento alle scuole private, divieto di introdurre cani nei parchi, diretta streaming delle sedute del consiglio e molto altro.

Pubblicità

Insomma tutte mosse ostruzionistiche utili a prendere tempo.

Sarà un altro Consiglio Comunale infuocato per l'amministrazione Volpi che si troverà di fronte ad un altro banco di prova per la solidità politica della propria coalizione di maggioranza. La nomina dei rappresentanti comunali per le società municipalizzate è un momento importante che potrà definire meglio la struttura costitutiva di enti pubblici come l'ASMIU (Azienda Speciale Municipalizzata Igiene Urbana) che da tempo presenta diverse criticità. #Massa Carrara