Nuovi interessanti dati quelli offerti dai sondaggi politici elettorali dell'istituto SWG per il programma Agorà. Cinque quesiti posti agli intervistati che hanno dovuto rispondere su questioni diverse: futuro e decadenza di Berlusconi, nuovo leader PDL e destino del #Governo Letta.

Secondo gli interpellati, dopo la sentenza che lo ha condannato, la carica di senatore di Berlusconi dovrebbe decadere: la pensa così il 73% delle persone chiamate a dare il proprio giudizio, mentre il 27% ha parere esattamente opposto. Quale il futuro del Cavaliere? Per il 63% Berlusconi dovrebbe ritirarsi a vita privata, per il 19% mantenere il proprio ruolo di leader all'interno del PDL mentre il 18% pensa che debba tornare a fare l'imprenditore.

Pubblicità
Pubblicità

Curiose le ipotesi proposte in risposta alla domanda relativa al profilo dell'eventuale sostituto di Berlusconi alla guida del centrodestra: il 28% vede Renzi, il 16% individua in Montezemolo il possibile identikit, la stessa percentuale (16%) conferma Berlusconi stesso come figura alla quale ispirarsi per scegliere il capo del centrodestra. Il 10% sceglie Grillo, mentre la percentuale più alta è quella di coloro che non sanno scegliere all'interno del panorama politico attuale.

Ultime informazioni regalate dai sondaggi politici elettorali proposti da SWG riguardano il futuro del Governo Letta: se per effetto degli attuali dissapori, la stabilità dell'attuale esecutivo fosse definitivamente compromessa, il presidente del Consiglio dovrebbe appoggiare la candidatura di Renzi come leader del PD: a pensarla così è il 40% degli intervistati, mentre il 21% crede che il capo del Governo dovrebbe ricandidarsi Premier.

Pubblicità

Il 13% pensa che possa ripartire ricandidandosi come segretario del PD. La restante parte degli intervistati, il 26%, non sa. #Silvio Berlusconi #Matteo Renzi