Amnistia Carceri, ultime notizie: tra favorevoli, contrari e nodo Berlusconi, in Parlamento è un fiorire di posizioni contrastanti che rendono la questione quantomai confusa al momento. Sull'amnistia contro il sovraffollamento carceri continua a esprimersi positivamente (come ha sempre fatto) il ministro Cancellieri, con un'importante precisazione: la misura non riguarda Berlusconi, "i reati finanziari non sono stati mai presi in considerazione nei provvedimenti di amnistia e indulto".

Sul nodo carceri, le ultime notizie sull'amnistia comprendono, come è noto, l'intervento contrario di Renzi che non ritiene che aprire semplicemente le porte degli istituti risolverà il problema.

Pubblicità
Pubblicità

Il candidato alla presidenza del PD non le manda a dire, e rigetta le critiche per il mancato sostegno a Napolitano, favorevole a indulto e amnistia, come è noto, rivendicando il diritto a esprimere le proprie perplessità.

Ma tra le ultime notizie su amnistia e l'indulto abbiamo anche la riconferma della posizione di Quagliariello, che spiega, con ovvio riferimento a Berlusconi, che "Se le forze politiche e il Parlamento decidono un provvedimento di amnistia, come richiesto dall'Europa, è evidente che esso deve valere per tutti". Dal canto suo Laura Boldrini sottolinea che al di là della questione Berlusconi, occorre dare una risposta sulle carceri. Monti invece afferma: "Sull'amnistia per Berlusconi ho sempre espresso il mio dissenso, sulla grazia invece non sarei scandalizzato".

Insomma, su amnistia e indulto contro il sovraffollamento delle carceri italiane infuria la discussione in Parlamento, entro la quale possiamo riconoscere svariate posizioni: chi favorevole, chi contrario, chi favorevole ma con provvedimento valido anche per Berlusconi, chi favorevole ma sia ben chiaro, Berlusconi deve restarne fuori.

Pubblicità

Vedremo nei prossimi giorni quali evoluzioni conoscerà la discussione. #Governo #Silvio Berlusconi