Arrivano i sondaggi politici elettorali post crisi, gli ultimi dati Tecné del 3 ottobre vedono il PD volare oltre il 30% con un salto di tre punti percentuali mentre il PDL si inabissa e il Movimento 5 Stelle lo supera. Il quadro è completamente cambiato.

Gli ultimi #Sondaggi politici elettorali vedono il PD volare da quota 27,1% (rilevazione Tecné del 26 settembre) al 30,1%: la rientrata crisi di #Governo causata dal ritiro dei ministri di Berlusconi, con conseguente spaccatura nel Popolo della Libertà, si sente in maniera acutissima. Il partito di Centrodestra infatti sprofonda dal 25 per cento al 22,3%.

Non solo, negli ultimi sondaggi politici il M5S continua la sua lenta ma costante crescita, passando dal 22,2 al 22,4%, operando il clamoroso sorpasso sul PDL che, attualmente, nelle intenzioni di voto reperite dall'istituto Tecné per SkyTg24, appare quindi dietro i pentastellati.

Pubblicità
Pubblicità

Lo scarto, tuttavia, è solo dello 0,1%.

Ma vediamo anche gli altri partiti negli ultimi sondaggi elettorali: la Lega Nord sale da 4,2 al 4,7 per cento, Scelta Civica cala dal 5,3 al 4,6%, Sinistra Ecologia e Libertà di Nichi Vendola cala dal 4,5% del 26 settembre all'attuale 4 per cento, mentre Fratelli D'Italia passa dal 3,3 al 3 per cento. L'UDC cala a sua volta, passando dal 2,8 al 2,4%.

Secondo i sondaggi politici elettorali il M5S appare quindi a quota 22,4, con la coalizione di centrosinistra che vola al 34,8%, davvero molto in alto, mentre quella di centrodestra scende dal 33,1 al 31,1 per cento, con il centro che continua a scendere, con la coalizione di Scelta Civica e UDC ferma al 7 per cento dei consensi. Il quadro è chiaro: il PDL ha perso moltissimo dall'apertura della breve crisi, mentre per il PD le intenzioni di voto decollano.