Roma - Ci siamo, il momento tanto atteso (per molti) è arrivato: sabato 9 novembre presso l'Hotel Parco dei Principi a Roma Francesco Storace chiama a raccolta vecchi e nuovi militanti per rimettere in campo Alleanza Nazionale. Un progetto tanto agognato dagli elettori di destra che finalmente potranno riunirsi sotto un'unica bandiera, perseguendo con chiarezza, serietà e consapevolezza, ideali ed obiettivi che da sempre li contraddistinguono all'interno dello spavaldo ed inconsistente circo mediatico della politica italiana.

Primi promotori sono La Destra, Futuro e Libertà, Fiamma Tricolore, Io Sud e numerose altre associazioni territoriali sparse su tutto il territorio nazionale, con l'intento di ricreare un movimento di destra, moderno e di governo, che propone un più indipendente rapporto nei confronti dell'Europa e che soprattutto prosegua il "perseguimento di ideali politico-sociali in coerenza con l'insegnamento dei padri",  questo quanto riportato, a grandi linee, da una agenzia di stampa diffusa dai promotori.

Pubblicità
Pubblicità

Dalle righe del "Secolo d'Italia" lo stesso Francesco Storace usa toni patriottici asserendo che serve un movimento che non esprima solo ricerche contabili, ma che senza rancori e populistiche invettive chiami a raccolta tutti coloro che attraverso i loro ideali e i loro principi, marcatamente di destra, vogliono riscrivere la storia.

Il messaggio è chiaro e si rivolge a quei milioni di italiani rimasti orfani dalla soppressione di Alleanza Nazionale e dalla sciagurata gestione politica di Gianfranco Fini. Appuntamento il 9 novembre a Roma, per iniziare una nuova storia. #Elezioni politiche