Amnistia, indulto e riforma delle carceri: ecco le ultime notizie e il piano del #Governo.

Il recente caso Ligresti che ha visto coinvolta in prima persona il Ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri ed i molti movimenti politici delle ultime settimane hanno temporaneamente accantonato i temi di amnistia e indulto ed il problema delle carceri italiane.

La Commissione Europea però, dopo i pessimi risultati dell'indagine di Strasburgo riguardo i nostri penitenziari, ha messo il nostro paese con le spalle al muro dando tempo fino a Maggio 2014 per risolvere la situazione.

Il Ministro Cancellieri, dopo questo ultimatum, ha subito delineato le linee chiave dei provvedimenti. L'obiettivo non sarà solo quello di svuotare le carceri ma soprattutto di migliorare esponenzialmente le condizioni di detenzione e le strutture impiegate.

Dopo il decreto svuota carceri dell'estate sarà necessario un nuovo pacchetto.

Previsti interventi mirati nei confronti di tossicodipendenti e stranieri ma le novità maggiori saranno soprattutto quelle legate alla vita quotidiana: infatti, da aprile 2014, l'obiettivo è quello di far passare all'80% dei detenuti otto ore d'aria al di fuori della cella contro le due previste attualmente.

Volontà inoltre di aumentare il tempo per il lavoro dei detenuti ma anche per attività alternative come sport e musica.

Per quanto riguarda le strutture l'obbligo è quello di trovare nuovi posti letto ( per maggio previsti 4.500 nuovi posti) e modernizzare strutture spesso molto vecchie ed in pessime condizioni.

Il progetto più discusso è invece la possibile presenza di un Garante nazionale dei detenuti per rispondere alle necessità legali ed operative all'interno dei penitenziari.