Berlusconi vs Alfano, nasce il nuovo centrodestra: nomi importanti, numeri incerti ma consistenti, logo con tanto di tricolore già pronto. Cambia lo scenario del centrodestra italiano, vediamo tutto quel che si sa, finora, sulla sua composizione.

Dallo strappo tra Berlusconi e Alfano giunge il "nuovo centrodestra". Partiamo dai numeri: secondo Formigoni al senato il nuovo gruppo potrà contare su 37 elementi, secondo altri forse qualcuno in meno, ma non è detto che, anche se fossero a oggi in numero inferiore, non possano raggiungere o perfino superare la soglia 37 elementi a breve. I numeri del nuovo centrodestra di Alfano alla Camera vedono l'adesione di 20-23 elementi, 23 per Formigoni.

Pubblicità
Pubblicità

Al momento tuttavia tutti cercano di capire più precisamente, nello scontro tra Berlusconi e Alfano e nel nuovo centrodestra, quali nomi si posizionano in un gruppo e quali nell'altro. Nel nuovo centrodestra di Alfano, questo è sicuro, vi saranno molte personalità di spicco. Enrico Costa dovrebbe essere il capogruppo alla Camera del nuovo centrodestra, mentre capogruppo al Senato dovrebbe essere Laura Bianconi, ex GAL. Si danno per certi con Alfano inoltre i ministri Beatrice Lorenzin, Maurizio Lupi, Nunzia De Girolamo, probabili al Senato il ministro Quagliariello, Schifani, Maurizio Sacconi, ovviamente Roberto Formigoni, e poi ancora Naccorato, Carlo Giovanardi e forse (ma questa è davvero un'incognita, al momento) anche Gianni Letta. Senza dimenticare, naturalmente, Fabrizio Cicchitto e Sergio Pizzolante alla Camera.

Pubblicità

Dopo la rottura tra Berlusconi e Alfano con Forza Italia da un lato e il nuovo centrodestra dall'altro, ora in molti si chiedono cosa succederà in termini di #Governo. Al momento sembra probabile un rimpasto, dato anche che Scelta Civica ha un solo ministro a fronte dei ben 5 del nuovo centrodestra. #Silvio Berlusconi #PdL