Torino - A quanto sembra dalle ultime rivelazioni, esiste un tabulato telefonico che "scotta" e che metterebbe in un posizione ancora più grave il ministro Cancellieri includendo nella vicenda anche il marito Sebastiano Peluso.

Sarebbe emersa un'altra telefonata effettuata dal Ministro ad Antonino Ligresti, effettuata poche ore prima dell'interrogatorio a cui la donna ha dovuto partecipare come teste negli uffici dei pm torinesi. Sono comparsi nuovi tabulati che mostrerebbero tante chiamate, troppe secondo alcuni investigatori per essere considerate semplici telefonate di solidarietà, partite dal telefono di Peluso nei confronti dei Ligresti.

Pubblicità
Pubblicità

La prima delle tante chiamate inattese sarebbe quella del 21 agosto partita da un numero con prefisso 366, numero non molto diffuso, ma per chi ha condotto le indagini assai frequente nelle oltre 10mila pagine raccolte durate le indagini sul caso di falso bilancio da parte della famiglia Ligresti. Con questo prefisso comincerebbe il numero del Ministro della giustizia Anna Maria Cancellieri. Sempre da quel numero sarebbe partita una chiamata verso Antonino, fratello di Salvatore, finito agli arresti domiciliari.

La telefonata in questione dura 7 minuti e mezzo. Cosa si dicono in quel lasso di tempo un Ministro che di certo con l'Italia che va a rotoli dovrebbe pensare ad altro ed il fratello di un uomo in carcere? Cosa dovrebbe dire il Ministro visto che sa già che il giorno dopo, 22 agosto 2013, gli inquirenti sarebbero andati nel suo ufficio ad interrogarla sui suoi rapporti con i Ligresti?

Tirando le somme le telefonate in totale sarebbero 3, la prima avvenuta il 17 luglio con Gabriella Fragni, la seconda il 19 agosto con Antonino Ligresti e la terza il 21 agosto sempre con il signor Ligresti ed è proprio la terza telefonata a scottare visto che risulta su un altro tabulato telefonico, il quale comprenderebbe diversi contatti tra Antonino Ligresti e le persone vicine al ministro Cancellieri, tra cui anche il marito Sebastiano Peluso.

Pubblicità

Diverse chiamate dal contento ancora sconosciuto, chiamate che confermerebbero la preoccupazione per ciò che stava accadendo agli amici.

Il tabulato non è stato ancora dato alle parti e probabilmente anche se venisse consegnato non cambierebbe niente in termini penali per il ministro Cancellieri ne per la procura di Torino che come ha già detto: "Agli atti non c'è nulla di penalmente rilevante".

Ciò che c'è di rilevante è il comportamento politicamente e socialmente scorretto tenuto dalla Cancellieri: le chiamate sono diventate tre (inizialmente erano due), alle quali vanno aggiunte quelle effettuate dal marito del Ministro in aggiunta a quelle avvenute con Gabriella Fragni. Situazione alquanto imbarazzante. 

Si spera che la giustizia possa fare fare il suo corso e fare chiarezza su questa intricata vicenda.