Dopo la decisione di riconoscere il diritto di matrimonio alle coppie gay da parte della Corte Suprema in Usa, è fresca la notizia che è stata approvata dal Senato di Washington un'ulteriore legge che rappresenta e tutela i diritti dei gay nell'ambito del lavoro. Una legge importante, nel cassetto da 10 anni, che realizzerà il sogno di Ted Kennedy, Senatore del Massachusetts e primo in assoluto a proporre il testo della Employment Non Discrimination Act (Enda) nel lontano 1994.

Employment Non Discrimination Act (Enda)

Con 64 voti a favore e 32 contrari è stato approvato ieri, 7 novembre 2013, l'Employment Non Discrimination Act (Enda) che dichiara illegale qualsiasi forma di discriminazione sessuale a danno dei gay.

Pubblicità
Pubblicità

La votazione è stata bipartisan poiché 10 Repubblicani hanno votato congiuntamente a 54 democratici. La legge in questione, rappresenta una grande vittoria a favore dei diritti dei gay nonostante debba ancora subire la decisione della Camera controllata dai repubblicani e con l'opinione di essere una legge inutile.

L'appello del Presidente Obama

Per il Presidente Obama l'approvazione di una legge simile a tutela dei gay non rappresenta solo una vittoria per loro ma per tutta l'umanità visto che incarna, in tutti i sensi, la realizzazione dei principi di giustizia e di libertà. Questo è il messaggio che lancia il Presidente accompagnato da un appello rivolto a quelli intenzionati a non dare il loro voto favorevole alla legge.

L'appello è quello di non bloccare la volontà di milioni di Americani che desiderano recarsi al lavoro in maniera serena ed essere giudicati esclusivamente per il loro impegno e potenzialità e non per i loro gusti sessuali.

Pubblicità