Sono dati che stravolgono nuovamente gli scenari delle intenzioni di voto degli italiani quelli che emergono dai sondaggi elettorali di IPR Marketing, istituto di statistica che fornisce le rilevazioni e le interviste al TG3. Dopo i sondaggi del TgLA7, andiamo a vedere i risvolti e le implicazioni di quanto raccolto nel sondaggio del 7 novembre 2013.


Diverse le tematiche affrontate, con in testa la fiducia nel #Governo Letta: la credibilità dell'attuale Premier e dell'esecutivo tutto è messa in discussione dagli italiani visto che entrambe le percentuali di gradimento scendono di due punti. Si passa dal 45% al 43% sul Governo e dal 33% al 31% per la figura del Presidente del Consiglio.


Tra i ministri quello che ispira maggiore fiducia è Emma Bonino col 45% di gradimento, al secondo posto Maurizio Lupi col 40%, terzo posto per Cecile Kiegne con il 38%. Chiudono la classifica Alfano al 34% e la Cancellieri al 32%.


Riguardo la fiducia nei leader politico, in vetta per distacco permane Matteo Renzi: l'attuale sindaco di Firenze e candidato numero uno a guidare il PD dopo le primarie dell'8 dicembre, si guadagna il 48% di consensi, con Letta, Berlusconi e Grillo rispettivamente al 43%, 20% e 18%.


In ultima analisi sono state analizzate le intenzioni di voto degli italiani:  secondo i sondaggi elettorali di IPR Marketing per Rai3 in testa rimane il PD con il 30,5%, in crescita rispetto al 29 della scorsa settimana. Seguono PDL-Forza Italia e M5S che scendono di alcuni decimali percentuali e si fermano rispettivamente a quota 23% e 21%.


Per gli altri partiti stabili SeL al 4%, Lega al 3,7% e UDC al 2%, leggero calo per Scelta Civica che si guadagna il 2,%, e piccola crescita per Fratelli d'Italia. 


Dato in controtendenza rispetto agli ultimi periodi è quello concernente gli indecisi che passano dal 30% al 28%.
#Enrico Letta #Sondaggi politici