Come al solito interessante e ricca di spunti la puntata di Ballarò andata in onda ieri, martedì 26 novembre: oltre ai consueti sondaggi sui consensi degli italiani ai singoli partiti e alle coalizioni firmati Ipsos e commentati da Nando Pagnoncelli, gli italiani si sono espressi sulle vicende giudiziarie che stanno interessando Berlusconi e sul tema connesso alla sua decadenza dallo status di Senatore. Stando alle tavole presentate, il #Pd (sceso al 29%) e il M5S (fermo al 17,8%) stanno attraversando una perdita di consensi; in ascesa invece il Centrodestra (35,5%) e i pareri favorevoli a Nuovo Centrodestra e Forza Italia.

Sondaggi politici elettorali Ipsos-Ballarò: l’analisi

Durante la puntata del 26 novembre di Ballarò, Nando Pagnoncelli ha presentato le consuete tavole riferite alle intenzioni di voto degli italiani stilate dall’istituto Ipsos: il PD è passato dal 30 al 29%, il #PdL è salito complessivamente al 27,5%, mentre il M5S di Beppe Grillo è sceso dal 20,7 al 17,8% dei consensi. Per quanto riguarda le coalizioni è risultata rafforzato il Centrodestra (35,5%), con il Centrosinistra invece fermo a quota 34,4%.

Decadenza Berlusconi e vicende giudiziarie dell’ex premier: il giudizio degli italiani

Qualora dovesse essere decisa la decadenza di Silvio Berlusconi da Senatore, essa entrerebbe immediatamente in vigore; per effetto della decadenza l’ex premier non godrebbe più dell’immunità (potrebbe dunque essere arrestato) e per via di quanto previsto dalla Legge Severino non potrebbe candidarsi per i prossimi 6 anni. Stando a quanto riportato dalle tavole presentate durante la trasmissione di Floris, le vicende giudiziarie di Berlusconi non rappresenteranno un problema per il governo; ad essersi espressi in questi termini il 57% degli intervistati, col 35% ad aver invece paventato lo scenario opposto. Chiamati ad esprimersi circa la possibilità di concedere la grazia a #Silvio Berlusconi, il 65% degli intervistati ha optato per il ‘no’, contro un buon 30% ad essersi invece detto favorevole.