Politica in televisione con la discussione dei temi caldi che interessano il Paese. E' questo in sintesi ciò che si è visto durante Il Confronto, l'evento che ha visto sfidarsi a colpi di dichiarazioni i tre candidati a ricoprire la carica di Segretario del Partito Democratico. Renzi, Cuperlo e Civati: tre personalità politiche molto differenti che hanno risposto in maniera più o meno esaustiva alle domande del giornalista Gianluca Semprini. Fuori dal contesto rissoso dei talk politici che imperversano sulle altre emittenti del panorama televisivo, Sky Tg 24 ha dato un nuovo esempio di come si può parlare in maniera chiara ed interessante di temi apparentemente noiosi. 

Ha vinto senza dubbio il fair play ma diverse le questioni su cui i tre protagonisti si sono divisi: prima di tutto sul voto al governo Letta, bocciato pesantemente da Civati, appoggiato dal duo Renzi-Cuperlo.

Pubblicità
Pubblicità

Sulle unioni gay il più convinto è stato ancora Civati, sicuro che si debba solo far rispettare l'articolo 3 anche in tema di adozioni ed affidi ai gay.

Altro tema scottante è quello della Legge elettorale: Cuperlo boccia il Porcellum e propone un doppio turno, Renzi spiega di voler evitare che le elezioni portino risultati incerti e conseguenti inciuci. Chi vince deve governare e il Mattarellum può essere soluzione positiva. Stesso discorso per Civati che ironizza su Violante e Quagliarella, 'teneramente' concentrati nella stesura della nuova legge da due anni.

La domanda Twitter è stata la seguente: Ritenete giusta una patrimonale a parziale recupero dell'evasione di questi anni? Tutti e tre hanno risposto in maniera affermativa ma è stato Civati con la priorità posta sull'intervento sul Catasto, ad ottenere i giudizi positivi dei cinguettii con il 53% delle preferenze.

Pubblicità

A seguire Renzi con il 31% e Cuperlo con il 14%.

Il sondaggio politico finale effettuato da Sky ha reso noto qual è la situazione attuale alla luce di quanto vista durante Il Confronto: al momento Renzi è al 50%, Civati in grande rimonta al 36% e Cuperlo, il vero sconfitto della serata, al 14%. #Matteo Renzi #Pd