#Sondaggi politici molto particolari quelli presentati martedì 12 novembre 2013 durante la trasmissione Ballarò, in onda su Rai Tre. Nando Pagnoncelli, presidente dell'istituto Ipsos, ha formulato una serie di domande al campione scelto, per tastare il polso degli umori dei cittadini italiani in merito allo scenario politico attuale.

In vista delle primarie PD, che con ogni probabilità saranno ad appannaggio di Renzi, si è voluto verificare il livello di fiducia nel sindaco di Firenze, mettendo a confronto l'affidabilità che gli italiani attribuiscono a Letta: il primo si guadagna il 49%, il secondo il 40%. I dati si ribaltano se si considera la preparazione dei due: alla domanda 'Chi è più preparato?', il 59% del campione preso in esame ha risposto Letta, solo il 28% Renzi.

Pubblicità
Pubblicità

Sul lato simpatia non ci sono dubbi: Renzi si guadagna il 61%, contro il misero 25% del Presidente del Consiglio.

Sul fronte liberale, al quesito secco 'Chi voterebbe alle primarie del PDL, tra Alfano e Berlusconi?', il 53% degli intervistati hanno dichiarato la propria fiducia nel Cavaliere, con il 22% pronto a votare l'attuale Vicepremier. 

Analizzando nello specifico le intenzioni di voto degli italiani si nota un sostanziale stazionamento delle posizione avute nella scorsa settimana: il PD è sempre sopra la soglia del 30% (30,4), mentre il PDL giunge a quota 26,3%. Leggermente staccato è il M5S che si guadagna l 21,4% di preferenze. Le forze di centro, costituite da Scelta Civica e UdC si attestano al 7,1%.