Sondaggi elettorali: aggiornamenti di novembre -Scenari molto particolari quelli presentati dal Tg LA7 negli ultimi sondaggi elettorali di lunedì 4 novembre 2013: il telegiornale di Enrico Mentana, grazie all'istituto EMG, ha analizzato la situazione dal punto di vista dei leader. Si sono andate a considerare le possibili evoluzioni che avrebbe un centrosinistra guidato da #Matteo Renzi o #Enrico Letta e viceversa, un centrodestra a guida Marina Berlusconi o capeggiato da Angelino Alfano: i risultati, in entrambe le situazioni vedrebbero l'attuale sindaco di Firenze in testa con oltre il 40% delle preferenze, con i leader delle forze liberali fermi intorno al 30%.

Pubblicità
Pubblicità

Staccato il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo che raggiungerebbe quota 20%

Per il Partito Democratico si registrerebbe un calo sostanziale delle preferenze nel caso in cui fosse Enrico Letta a guidare la principale forza di centrosinistra: il PD secondo le rilevazioni di EMG, perderebbe intorno ai 3 punti percentuali facendo recuperare una parte della distanza al centrodestra sia che l'avversario fosse Alfano sia che se si trattasse di Marina Berlusconi.

Riguardo le intenzioni di voto, le rilevazioni di EMG palesano un'ulteriore crescita da parte del Partito Democratico, ancora primo partito del panorama politico italiano con il 30,5%. Perdono consensi PDL-Forza Italia che si ferma al 23,7% e Movimento 5 Stelle che perde lo 0,6% rispetto alla scorsa settimana e raggiunge quota 20,4%.

Pubblicità

Le altre forze: Sel al 4,3%, PSI allo 0,8%, Lega al 4,2%, Fratelli d'Italia al 2,5%, La Destra all'1,2%, Scelta Civica per L'Italia al 3%, Unione di Centro al 2,1%, Rifondazione Comunista all'1,2%, Italia dei Valori allo 0,9%, i Verdi allo 0,7%, Fare per fermare il declino 0,6%, Futuro e Libertà 0,3%.

Ultimo aspetto considerato dai sondaggi elettorali del Tg La 7 è quello relativo all'astensione: al momento sarebbero il 32,7% gli italiani che non voterebbero in caso di elezioni.  #Sondaggi politici