L'estrema destra francese e quella olandese- il Fronte Nazionale guidato da Marine Le Pen e il Partito della Libertà guidato da Geert Wilders -hanno concluso, all'Aia, un'alleanza definita ''storica'' che si proponeva di ''uccidere il mostro di Bruxelles''  in vista delle elezioni europee del maggio 2014. 

Nonostante le ovvie differenze di opinione su alcune questioni , gli iniziatori dell'alleanza vogliono una coalizione dei movimenti euroscettici per formare un gruppo all'interno del Parlamento europeo in grado di far sentire la voce sul continente,dopo le elezioni di Maggio 2014 e in questo modo ''liberare'' i rispettivi paesi dell'Unione europea.

Pubblicità
Pubblicità

"Oggi è un giorno storico", ha dichiarato Marine Le Pen, nel corso di una conferenza stampa ad Aia con Wilders. 

A sua volta, il leader di estrema destra olandese, noto per la sua forte posizione anti-Islam, ha descritto l'UE nel suo " stato nazista " , sottolineando che la conclusione dell'alleanza segna  " l'inizio del rilascio di questo mostro chiamato Bruxelles " . Wilders spera che gli altri partiti aventi "idee simili" si uniranno a questa iniziativa dopo le elezioni.

"Noi, le vecchie nazioni europee , siamo costretti a chiedere il permesso a Bruxelles per qualsiasi cosa(...)dobbiamo ritrovare la sovranità territoriale,la sovranità monetaria,la sovranità fiscale'' , ha dichiarato  il capo del Fronte Nazionale.

Interrogati dalla stampa su come supereranno le evidenti differenze di opinione su alcuni argomenti, Marine Le Pen, la figlia del fondatore del Fronte Nazionale, Jean-Marie Le Pen, ha risposto: ''Neanche in un matrimonio è necessario pensare al 1000% la stessa cosa ' .

Pubblicità

A sua volta,Wilders, un politico pro israeliano convinto, ha dichiarato, quando gli viene chiesto cosa ne pensa dell'antisemitismo di Jean-Marie Le Pen: ''Marine è la capa''.

Geert Wilders vuole vietare il Corano che ha già paragonato a "Mein Kampf" di Adolf Hitler. Wilders è anche a capo dell'opposizione riguardo l'adesione della Romania e Bulgaria allo spazio Schengen durante il #Governo precedente ad Aia,che ha assicurato il sostegno in parlamento. 

Fuori dal parlamento olandese, circa 20 antifascisti hanno manifestato, sventolando cartelli con la foto di Marine Le Pen, tagliata in diagonale con una linea rossa, oppure con cartelli con la scritta: ''Aia contro il razzismo''. ''Un'alleanza come questa mi sembra pericolosa'', ha dichiarato, a AFP, Ewout van den Berg (26 anni) che ha dichiarato di essere un socialista. Se il numero degli euroscettici eletti sarà, senza dubbio, maggiore di 25 eletti a seguito delle elezioni di Maggio 2014, non è sicuro se saranno in grado di allearsi,l'estrema destra europea essendo fortemente divisa.

Pubblicità

Il gruppo previsto da Le Pen e Wilders potrebbe includere la formazione  Vlaams Belang dal Belgio, la Lega Nord dall'Italia,in alternativa per la Germania (AFD) e il Partito della libertà austriaco, ma anche altri partiti dell'Europa del Nord. I due hanno escluso però un'associazione con il partito ungherese Jobbik e con altri deputati nazionalisti slovacchi, rumeni e bulgari, tutti accusati di aver origine razziale, scrive Agerpres.

Per formare un gruppo politico all'interno del Parlamento europeo sono necessari 25 deputati di un totale di 766 eletti, in almeno un quarto degli stati membri. Attualmente, il Parlamento europeo possiede un gruppo di eurofobi, Europa Democrazia Libertà (EFD), guidato dal britannico Nigel Farage.Questo gruppo ha un peso politico irrilevante,con 32 deputati.I britannici di UKIP, il partito di Farange che formano il grosso del gruppo EFD,dichiarano troppo ''estreme'' alcune posizioni di Geert Wilders.