Amnistia e indulto 2013, chi sono i favorevoli e chi i contrari? Ad oggi, 25 dicembre, le diverse posizioni politiche dei partiti italiani sono ben delineate. Da una parte ci sono i Radicali, favorevoli al provvedimento, mentre dall'altra parte possiamo trovare i sostenitori del nuovo segretario PD, #Matteo Renzi, e i leghisti, anche loro guidati da poche settimane da un nuovo segretario, Matteo Salvini, il quale ieri sera si è presentato a Milano per un'iniziativa alquanto singolare, che potremmo ribattezzare 'banconote finte per tutti'. 

Amnistia e indulto, favorevoli e contrari: la posizione dei Radicali

I favorevoli all'amnistia e all'indulto sono, come detto, i Radicali.

Pubblicità
Pubblicità

Da sempre il partito di Pannella preme affinché il Parlamento italiano operi in questo senso, ma le loro parole sono rimaste ad oggi inascoltate. Ancora per quanto?

Nel frattempo i Radicali hanno organizzato per la giornata di oggi una manifestazione a Roma, con un corteo che inizierà la marcia attraverso le strade della città eterna a partire dalle 9.30. Il raduno è previsto in Via della Conciliazione, da dove prenderà il via la manifestazione. 

Amnistia e indulto 2013, Giorgio Napolitano sollecita un'intervento quanto più celere possibile

Le ultime notizie su amnistia e indulto 2013 non possono non tener conto della posizione del Presidente dello Stato Giorgio Napolitano, il quale ha voluto sottolineare come un cambiamento generale delle condizioni delle carceri italiane sia prima di tutto un dovere morale.

Pubblicità

Napolitano si è anche espresso in merito alla marcia di Natale organizzata dai Radicali, dichiarando il proprio apprezzamento nei confronti di un'iniziativa che riguarda temi 'dei quali ho ribadito in più di un'occasione l'importanza e l'urgenza'. 

Contrari all'amnistia e all'indulto: Matteo Renzi e Lega 'compatti'

Tra i contrari all'amnistia e all'indulto ritroviamo invece una singolare accoppiata, quella composta da Matteo Renzi, nuovo segretario del Partito Democratico, e la Lega di Matteo Salvini. Tutto ciò nonostante negli ultimi giorni l'attuale Presidente del Consiglio Enrico Letta abbia rilasciato importanti dichiarazioni in merito alla questione. 

Circa il tema su amnistia e indulto, Letta ha voluto ribadire che entro il mese di gennaio il suo #Governo presenterà alle aule del Parlamento un testo in grado di superare l'esame impostogli dalla Corte europea dei Diritti dell'Uomo.