E’ arrivato nel giorno di Natale l’ennesimo attacco di #Beppe Grillo al presidente della Repubblica #Giorgio Napolitano. Il comico e leader del Movimento 5 stelle dal suo blog ha ribadito le pesanti critiche già fatte al Capo dello Stato nei mesi scorsi.

Dopo aver sottolineato il passato comunista di Napolitano Grillo lo ha attaccato tra l’altro sulle “leggi vergogna” come il lodo Alfano a cui il presidente della Repubblica non si oppose ma anche sulla distruzione delle intercettazioni telefoniche con l’ex senatore Nicola Mancino sulla presunta trattativa tra Stato e mafia negli anni Novanta.

Beppe Grillo, dal suo blog tra i più visitati al mondo, ha annunciato che a gennaio il Movimento 5 stelle farà una richiesta di impeachment per la decadenza di Giorgio Napolitano.

Pubblicità
Pubblicità

Diversi gli interventi a difesa del presidente della Repubblica dopo i nuovi attacchi di Grillo il giorno di Natale.

Secondo Roberto Speranza, presidente del gruppo parlamentare del Partito democratico alla Camera dei Deputati il “solo chiaro obiettivo nella strategia politica Grillo” è quello, ha scritto in una nota, di “sfasciare le istituzioni e fare dell'Italia un cumulo di macerie”. Speranza ha annunciato che il Partito democratico si “opporrà con tutte le proprie energie in parlamento e nel paese per contrastare questo disegno sinistro di Beppe Grillo”.

E’ intervenuto con una nota anche il deputato Fabrizio Cicchitto, tra i fondatori del Nuovo centrodestra dopo la scissione nel Pdl, per esprimere solidarietà a Napolitano per “gli attacchi scomposti di Grillo” che manifestano, secondo Cicchitto, “una lucida volontà eversiva nei confronti del sistema in quanto tale e ovviamente nei confronti sia del Partito democratico, sia di Forza Italia.

Secondo il segretario politico di Scelta Civica, Stefania Giannini, “indicare Napolitano come king maker di chissà quali azioni oscure è una delle poche cartucce del fucile scarico di Grillo”.

Pubblicità

#M5S