Preoccupazione ha espresso il Commissario degli affari interni dell'UE, Cecilia Malmstrom, in relazione alle recenti immagini divulgate dai media riguardanti la condizione degli immigrati all'interno del centro di accoglienza di Lampedusa. In una sua nota la Malmstrom ha fatto sapere che la Commissione da lei presieduta sta indagando su quanto avviene nei Centri di accoglienza in Italia, non escludendo il ricorso eventuale ad una procedura di infrazione ai danni del nostro Paese.

La Malmstrom, considera a questo punto tanto importante quanto inevitabile l'apertura di un'indagine conoscitiva sull'accaduto, indagine che soddisfa le richieste avanzate da Bruxelles a riguardo: "Utilizzeremo tutti gli strumenti a nostra disposizione – ha detto la Malmstrom – compresa un'eventuale procedura di infrazione, affinché le norme UE siano rispettate".

Pubblicità
Pubblicità

L'indagine sulle condizioni deprecabili degli immigrati all'interno dei centri italiani di accoglienza, non eccettuato quello di Lampedusa, è già stata avviata dunque e il rischio di andare incontro ad una ennesima procedura di infrazione al fine di garantire che gli standard e gli obblighi europei siano pienamente rispettati, è più che concreto.

La Malmstrom ha espresso chiaramente il suo pensiero, minacciando inoltre un'azione tendente a tagliare i Fondi UE relativi alla assistenza nella gestione degli immigrati regolari, dato che tali fondi sono destinati al nostro Paese proprio allo scopo di garantire condizioni umane e dignitose ai protagonisti dei flussi migratori in atto, mancando le quali sorge il dubbio, come è ovvio, che tali fondi non siano gestiti nella maniera corretta.

Pubblicità

Nel frattempo la Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto un fascicolo di indagine sulle modalità del trattamento antiscabbia cui sono stati sottoposti gli immigrati a Lampedusa. Si ipotizza al momento il reato di violenza privata a carico di ignoti. La Procura adesso acquisirà la versione integrale del video trasmesso a suo tempo dal TG2 e ascolterà la versione dei fatti fornita dall'immigrato siriano che ha fatto le riprese con il proprio telefonino.

Pacato il commento del Ministro Cancellieri: "L'inchiesta avviata chiarirà ogni aspetto della questione e ci dirà come sono state applicate le procedure previste all'interno del centro di accoglienza". #Governo #Unione Europea