Come ampiamente previsto dai sondaggi è #Matteo Renzi il vincitore delle primarie del #Pd.

Alle urne attorno a tre milioni di votanti. Secondo i dati parziali forniti in diretta sul sito del Partito democratico, su 4241 seggi scrutinati (50%) Renzi è al 68,43% voti 759.698; Cuperlo al 17,86% voti 198.290; Civati al 13,72% voti 152.275.

“Giornata difficile da dimenticare…”, ha cinguettato Renzi su twitter subito dopo la chiusura delle urne.

I primi commenti degli esponenti politici arrivano via Twitter e in tv, dove il segretario uscente Guglielmo Epifani commenta: “Il livello della partecipazione alle primarie è una festa per la democrazia.

Pubblicità
Pubblicità

Il Pd si è dimostrato centrale per dare un futuro al Paese”.

E Nichi Vendola, di Sel, aggiunge: “Grande partecipazione a #primariePD è una buona notizia. Non solo per Pd, ma per il #centrosinistra, per tutti noi e per democrazia”.

“Complimenti a Matteo Renzi per la vittoria netta e un ringraziamento a Gianni Cuperlo per il coraggio e la passione e l'energia che ha avuto per andare controcorrente, ora tutti insieme contribuiremo alle scelte e alle posizioni del Pd, ha commentato il viceministro dell'Economia del Pd Stefano Fassina da Enrico Mentana a “Bersaglio Mobile” su La7.

“Renzi è la nostra carte per il governo del Paese e questo straordinario risultato che ha ottenuto conferma questo giudizio politico”, ha detto Goffredo Bettini intervenendo a TgCom24.

“Dopo la grande vittoria Renzi avrà ora la forza di imporre le proprie idee e la propria politica nel partito e nel Paese.

Pubblicità

Serve subito un patto tra Letta e il nuovo segretario del Pd”, ha dichiarato l’eurodeputato Gianni Pittella intervenendo a SkyTg24.

Mentre Cuperlo, in diretta da Palazzo Adriano a Roma, afferma: “Da questo passaggio il popolo democratico esce più sereno e più forte. Collaborerò lealmente con Matteo Renzi al quale ho già fatto gli auguri e i miei complimenti”.

Adesso si attendono le prime parole di Renzi da segretario nazionale del Partito democratico.