Il movimento dei forconi che soprattutto nei primi giorni era sembrato catalizzare il diffuso malcontento che vive l'Italia in questa #Crisi economica, pian piano sta rivelando un volto che certo non può essere accettato facilmente e non appena ha mostrato determinate tendenze il movimento ha cominciato a indebolirsi sempre di più. Vediamo quali sono state le ultime dichiarazioni dei vari e frammentati leader del movimento dei forconi.

Movimento dei forconi dicembre 2013: l'intervista a Andrea Zunino

Bisogna sottolineare come questa protesta dei forconi non abbia leader riconosciuti a livello nazionale e come si muova in maniera poco coordinata non soltanto per quanto riguarda le azioni da mettere in campo ma evidentemente anche per quanto riguarda il livello delle rivendicazioni e dell'analisi dei problemi.

Pubblicità
Pubblicità

In un'intervista a Repubblica, uno dei portavoce del Coordinamento 9 dicembre, Andrea Zunino, ha dichiarato che le rivendicazioni del movimento dei forconi sono ben chiare: si vogliono a tutti i costi le dimissioni del Governo e una riscoperta della sovranità politica ed economica dell'Italia attualmente 'schiava di banchieri ebrei come Rotschild'.

Movimento dei forconi dicembre 2013: c'è antisemitismo nelle parole di Zunino?

Durante l'intervista il portavoce del movimento dei forconi ha anche affermato che non può essere certo un caso che tra le persone più ricche al mondo ci siano tanti ebrei. Quando l'intervistatore gli ha fatto notare che è proprio da un'analisi di questo tipo che è potuto sorgere il nazismo, Zunino non sembra prendere nettamente le distanze e dice che sono questioni che vanno approfondite e che bisognerebbe studiarle meglio.

Pubblicità

Movimento dei forconi dicembre 2013: Mariano Ferro sconfessa Andrea Zunino

A portare ancora più confusione all'interno del movimento dei forconi è un altro leader, Mariano Ferro, che sconfessa pienamente le parole di Andrea Zunino dicendo che sono il parto di una mente malata e di forme di esaltazione che non possono essere accettate all'interno del movimento dei forconi.

Movimento dei forconi dicembre 2013: regna la confusione #sciopero generale

Ovviamente le dichiarazioni di Andrea Zunino sono pericolose soprattutto quando si leggono in concomitanza con altri movimenti di estrema destra che si stanno affermando in altri paesi europei, come in Ungheria dove sono al potere, e in Grecia dove Alba Dorata, formazione neonazista, raccoglie molti consensi. Quella che però va notata è la confusione che regna all'interno del movimento dei forconi, il quale non sembra poter assumere il valore di protesta che raccoglie tutte le parti della società civile italiana, se così fortemente ideologizzata.