Per adesso tutto come da pronostici, #Matteo Renzi è in largo vantaggio durante lo spoglio delle Primarie #Pd quando sono state scrutinate circa 4000 sezioni sulle 8476 totali. Il dato dell'affluenza precisa non è ancora noti, ma dovremmo essere oltre i 2 milioni di elettori.

Ma veniamo ai risultati parziali delle ore 21:25 circa. Renzi è in testa con il 68,6% e quasi 700 mila voti, Cuperlo al 17,8% e 180 mila voti circa, Civati al 13,7% con meno di 150 mila voti. Non solo come da previsioni Matteo Renzi è vicinissimo ad essere eletto nuovo Segretario del PD, ma lo sarà senza bisogno di andare al ballottaggio visto che sta andando ben oltre il 50% necessario per vincere le Primarie PD al primo turno.

Pubblicità
Pubblicità

Sarà rivoluzione nel partito e anche per il #Governo Letta? Se questi risultati parziali fossero confermati, c'è da capire se il programma di Renzi che è opposto a quello di Enrico Letta darà uno scossone sufficiente per stravolgere la vita politica italiana attuale e rivedere una Legge di stabilità molto debole e ormai contestata non solo da Forza Italia, Sel e dal M5S e dalla Lega, ma anche all'interno del PD anche se in modo più o meno celato.

Tornando allo spoglio, vediamo anche un po' geograficamente e dunque per Regioni come si stanno distribuendo i voti, grazie ai dati forniti dal sito ufficiale del Partito Democratico.

In nessuna Regione Matteo Renzi è al di sotto del 50%, ovviamente la Toscana lo premia maggiormente, a seguire Marche, Umbria, Valle D'Aosta, Emilia Romagna e Veneto.

Pubblicità

Ci aggiorniamo alla fine dello spoglio per conoscere nel dettaglio i risultati finali.