Oggi 23 dicembre, a Montecitorio e a Palazzo Madama, deputati e sanatori si sono ritrovati a votare per la fiducia. Approvato a Montecitorio il decreto legge salva Roma, con 340 voti favorevoli, 155 contrari e nessun astenuto; infine a Palazzo Madama con 167 voti favorevoli e 110 contrari e stata data la fiducia sul ddl stabilità, subito dopo con 158 voti favorevoli la Manovra è diventata legge.

Ma cos'è il dl salva Roma? Come sappiamo la nostra capitale ha un buco di ben 864 milioni di euro. Così è stato sviluppato un decreto che permettesse alla capitale di risanare l'ingente debito, tuttavia un enorme mole di emendamenti e norme "fuori luogo" ha fatto si che il decreto si allontanasse dai propri obiettivi.

Pubblicità
Pubblicità

"Ben venti milioni sono stati stanziati per tappare i buchi del trasporto pubblico calabrese, ventitré per i treni valdostani e mezzo milione versato al comune di Pietralcina, il paese di Padre Pio. Inoltre, ben cinquecentomila euro serviranno a rinnovare la torre anticorsara di Porto Palo. Un milione andrà a Frosinone, tre a Pescara, venticinque addirittura a Brindisi".

Con tale manovra, Letta è convinto che nel 2014 l'Italia possa iniziare una buona ripresa e che tutti gli italiani possano stare meglio: tra le misure previste, la nuova tassazione della prima casa in formato service tax, un primo mini taglio dell'Irpef sul lavoro, un nuovo Fondo per la riduzione della pressione fiscale ed un contributo di solidarietà sulle pensioni superiori ai 90 mila euro annui, con un blocco più leggero dell'indicizzazione.

Pubblicità

#Enrico Letta #Pd