Lunedì è giorno di sondaggi politici elettorali, vediamo quelli forniti da tre diverse case e confrontiamoli per capire quanto la nuova formazione di Berlusconi, #Forza Italia, sia cresciuta, e quali sono le intenzioni di voto degli italiani in questo momento sui più grandi partito come PD e #M5S.

Sondaggi Politici, bene Berlusconi

Abbiamo preso in esame i dati di Demos, Ipr ed Emg, tre tra le più importanti case di sondaggi in Italia. Vediamo subito i dati riguardanti Forza Italia, il nuovo partito che con la decadenza di Berlusconi sembra aver aumentato il suo consenso. Secondo Demos il nuovo partito si attesta al 20,8%, mentre per le altre due case è al 20%.

Pubblicità
Pubblicità

In ogni caso oltre un punto percentuale guadagnato nell'ultima settimana, che fa ben sperare Berlusconi e i suoi fedelissimi.

Nei #Sondaggi politici al contrario il nuovo centrodestra è in calo per Emg e Demos con il 5,3%, mentre resta stabile per Ipr che lo vede al 7,2%. Vicino alle percentuali di FI c'è anche il M5s di Grillo, che viene dato dai tre sondaggi rispettivamente al 21,4, 22,5 e 23,2 con un leggero calo nonostante il V-Day appena terminato. Insomma un paio di punti in più di Forza Italia che potrebbero esser recuperati se il trend rimanesse come quello degli ultimi tempi.

Sondaggi politici elettorali, il PD non decolla

Ne centrosinistra secondo i Sondaggi elettorali il PD non trae grande beneficio dalle primarie e i suoi dati si attestano al 29,1 per Demos, 28,5 per Ipr e 28,7 per Emg.

Pubblicità

In ogni caso situazione simile a quella dell'ultimo mese, ma ben lontana dai fasti in cui il PD superava abbondantemente il 30% (a ottobre per demos era al 32%).

Infine segnaliamo che la Lega si attesta intorno al 4,1% e che l'UDC è tra il 2,1 ed il 24%. Sempre alta l'astensione, rilevata nei sondaggi al 25% per Demos e Ipr e ben al 32% per Emg. Infine sono ancora il 15% gli indecisi  che non hanno saputo rispondere a questi sondaggi politici elettorali e che come sempre faranno da ago della bilancia.