Come ogni settimana, la trasmissione di Rai Tre Ballarò ha rivelato i sondaggi politi elettorali relativi alle intenzioni di voto degli italiani: si tratta di proiezioni che stravolgono ancora una volta quelle che erano state le rilevazioni effettuate da altri istituti negli scorsi giorni. Avevamo avuto modo di appurare un Movimento 5 Stelle sopra il 23,2%, ma gli ultimi sondaggi di Ipsos per Ballarò, danno i pentastellati di Grillo ad una quota inferiore di 2 punti percentuali netti. 

Chi cresce è il Partito Democratico, largamente sopra la soglia del 30%: con la prossima elezione del nuovo segretario, il principale partito del centrosinistra si guadagna il 31% del consensi superando di quasi 10 punti Forza Italia, ora al 22,2%.

Pubblicità
Pubblicità

Più ottimistica del sondaggio di La7 la proiezione fatta sul Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano: dato intorno al 5% dal tg di Mentana, l'istituto Ipsos guidato dal presidente Pagnoncelli stima in un 7,6% la parte di elettorato pronta a guidare la nuova forza composta dalle colombe del Pdl.

In un'ottica di coalizioni, il centrodestra resta avanti di un punto percentuale con il 35,4% raggiunto da Berlusconi & co. e 34,4 dalle forze di centrosinistra. Il Centro formato UdC e Scelta Civica si attesta al 5,2%.

Altra tematica affrontata dai sondaggi di Ballarò è stata quella riguardante il V-Day di Beppe Grillo, svoltosi domenica scorsa: le opinioni sono state raccolte dividendo gli intervistati a seconda del proprio orientamento politico. Si è trattato di una manifestazione come tutte le altre per il 41% di tutti gli elettori e il 28% degli elettori Cinquestelle;  è stata invece una nuova occasione per dare una scossa al sistema per il 18% di tutti gli elettori e il 54% dei fedeli pentastellati; è stato un flop rispetto alla attese per il 14% degli elettori comuni e per il 4% dei sostenitori di Grillo.

Pubblicità

#Sondaggi politici #M5S