Il sondaggio Ixè reso noto da Agorà venerdì 20 dicembre 2013 rivela che il PD continua ancora a viaggiare sulla cresta dell'onda dell'effetto Renzi. Rispetto infatti ai dati della settimana precedente, il Partito Democratico presenta una crescita dell' 1% passando dal 29,5% al 30,5%. Una crescita che dimostra come la fiducia degli elettori resti invariata nei confronti del proprio neosegretario. Di tale crescita viene parzialmente privato il SEL che diminuisce di un 0,3% ovvero dal 3,4% al 3,1%.

Per lo più invariata la percentuale degli elettori dello schieramento di Centrodestra: Forza Italia passa dal 21,3% al 21% con una diminuzione quasi impercettibile.

Pubblicità
Pubblicità

Lo stesso possiamo dire di Nuovo Centro Destra che si attesta sul 4,6% con un segno meno dello 0,2% rispetto al sondaggio del 13 dicembre. Anche Lega Nord perde lo 0,2% fermandosi su un 3,8% mentre recupera qualcosa Fratelli D'Italia muovendosi da un 2,2% a un 2,4%.

In leggero calo anche le preferenze per il Movimento Cinque Stelle che in una settimana perde lo 0,6% passando dal 21,9% al 21,3% a dimostrazione del fatto che i voti recuperati dal PD sono stati in parte strappati allo schieramento di Beppe Grillo.

Per lo più invariata la situazione dell'UDC che resta fermo sul 2,3% e di Scelta Civica che recupera un 0,1% passando dal 2,1% del 13 dicembre al 2,2% del 20 dicembre.

Cala invece nettamente la fiducia nei confronti del governo Letta: nell'arco di una sola settimana la percentuale delle persone favorevoli era del 28%, mentre ora è del solo 24% con una diminuzione davvero rilevante.

Pubblicità

#Elezioni politiche #Matteo Renzi #Sondaggi politici