Sondaggi. Per Swg l'effetto Renzi sembra davvero irrompere nelle intenzioni di voto degli italiani, andando forse ben oltre le più rosee previsioni e segnando addirittura un +6% rispetto alla settimana scorsa, per contro si registra una forte battuta di arresto per i partiti che si oppongono al governo Letta, con Forza Italia e Movimento 5 Stelle in sensibile calo. Andiamo a vedere nel dettaglio quanto rilevato da Swg:

Partito democratico 35,6% (+6); Sel 3,9% (+0,4); Altri centrosinistra 1%.

Forza Italia 18,9% (-2,7); Nuovo Centrodestra 5%; Lega Nord 5,5%; Fratelli d'Italia 2,8; La Destra con altri di Centrodestra 1,4%.

Pubblicità
Pubblicità

Movimento 5 Stelle 18,1% (-3%); Udc + Scelta Civica 3,7%.

Quindi un netto vantaggio del centrosinistra che con il totale di coalizione fa segnare un 40,5%, rispetto alla coalizione di centrodestra che si ferma al 33,6%. Dati notevolmente differenti da quanto rilevato dal sondaggio Datamedia sempre realizzato in questa settimana.

Per Swg è proprio il partito di Berlusconi a fare da autentica zavorra al centrodestra, mentre una leggera ripresa è fatta registrare dal partito di Alfano. Brutte notizie anche per Beppe Grillo, con il Movimento 5 Stelle che non sembra riuscire a sfruttare le polemiche e le manifestazioni dei cosiddetti "Forconi", ma anzi fa segnare un -3%.

Interessanti dati anche riguardo agli indecisi e agli astenuti, ovvero 39,5%, in aumento dello 0,8% rispetto all'ultima rilevazione.  #Elezioni politiche #Sondaggi politici