Amnistia e indulto 2014, decreto svuota carceri sono i temi più discussi degli ultimi tempi fra chi, come lo stesso Giorgio Napolitano, vorrebbe concedere amnistia e indulto per svuotare le carceri e chi invece sostiene il valore diseducativo del tema.

Se c'era ancora qualche dubbio sul pensiero del ministro della giustizia Anna Maria Cancellieri, oggi è arrivata l'ennesima presa di posizione alla Camera dei Deputati dove il Guardasigilli ha tenuto la relazione annuale sull'amministrazione della giustizia.

Amnistia e indulto 2014, ce lo chiede l'Europa. Tanto per cambiare il passaggio su amnistia e indulto con un richiamo che ormai caratterizza indissolubilmente la politica nostrana: "Ci consentirebbero di rispondere in tempi certi e celeri alle sollecitazioni del Consiglio d'Europa".

Pubblicità
Pubblicità

Insomma, serve un colpo di spugna perché ce lo chiede l'Europa esattamente come ci ha chiesto l'austerità, la riforma del lavoro e la riforma delle pensioni. "L'attuale condizione di difficoltà in cui versa il sistema giudiziario - ha poi proseguito Anna Maria Cancellieri - non deve far prevalere l'erronea convinzione che le cose non possano migliorare, né costituire un alibi per l'immobilismo. Tutti -ha concluso - possiamo contribuire a far sì che l'ottimismo della volontà prevalga sul pessimismo della ragione".

Amnistia e indulto 2014, Cancellieri: svuota carceri, M5S pronto alla sfiducia. Le dichiarazioni del Ministro non potevano passare inosservate al Movimento Cinque Stelle, da sempre contro ad ogni forma di clemenza. Al Senato il capogruppo Vincenzo Santangelo ha presentato la mozione di sfiducia individuale chiedendo le dimissioni della Cancellieri.

Pubblicità

#Governo