Amnistia e Indulto 2014: M5S e PD si dicono contrari durante la discussione dei ddl in senato
Terminerà nella giornata del 16 gennaio la discussione presso la Commissione di Giustizia dei quattro disegni di legge in tema di giustizia ed in particolar modo riguardanti le discusse tematiche di amnistia ed indulto.
In attesa delle ultime voci di giornata, nei primi due giorni di discussione, sono intervenuti in merito sia il senatore Sergio Lo Giudice sia il senatore Enrico Cappelletti appartenenti rispettivamente al Partito Democratico di Matteo Renzi ed al Movimento 5 Stelle guidato da Beppe Grillo.
Proprio il senatore M5S ha sottolineato nel suo intervento al senato la posizione del partito che sembra essere contraria alla attuazione di misure decise come amnistia e indulto che, secondo il senatore, non sarebbero le più congrue per cercare di porre rimedio al tanto discusso problema del sovraffollamento dei nostri penitenziari. Cappelletti ha sottolineato inoltre come amnistia e indulto rappresentino una minaccia per tutti il diritto penale italiano.
Sulla stessa linea d'onda anche il Partito Democratico di Matteo Renzi che per voce del senatore Lo Giudice ha confermato come il partito sia contrario all'attuazione dei provvedimenti riguardanti amnistia ed indulto poichè non rappresenterebbero un modo efficacie ed equo per risolvere i problemi della giustizia italiana.
In attesa dell'ultima giornata di discussioni la situazione rimane quindi ampiamente complicata con pareri fortemente contrastanti anche se ogni forza politica ha riconosciuto la grande necessità di interventi per risollevare una situazione che sembra ormai essere molto critica.