Tornano a manifestare per chiedere indulto e amnistia i radicali italiani. L'appuntamento è sabato 25 gennaio davanti le Corti d'Appello di tutta Italia in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario 2014.

"Associazioni radicali, dirigenti e militanti radicali presenzieranno pressoché in tutta Italia alle inaugurazioni dell'anno giudiziario, lo faranno – spiega una nota dei Radicali italiani guidati dal segretario Rita Bernardini - sia partecipando alle cerimonie ufficiali con loro interventi, sia fuori con sit-in in cui esporranno striscioni e manifesti sull'amnistia".

"L'obiettivo della campagna, che vede da anni in prima fila il leader Marco Pannella con i suoi prolungati scioperi della fame e della sete, è quello – viene spiegato nella nota dei Radicali italiani - dell'amnistia per la Repubblica e per la fuoriuscita del nostro Stato dalla condizione di flagranza criminale per la sua reiterata e ultradecennale – aggiungono i radicali - violazione di diritti umani sanciti dalla Costituzione e dalla Convenzione Europea dei diritti dell'uomo relativi al divieto di tortura e trattamenti inumani e degradanti e all'irragionevole durata dei processi".

Pubblicità
Pubblicità

Iniziative e interventi dei radicali sono in programma il 25 gennaio prossimo nelle Corti d'Appello di Catania, Palermo, Cagliari, Trieste, Venezia, Bologna, Genova, Firenze, Perugia, Bari, Lecce, Potenza, Reggio Calabria, Torino, Milano, Brescia, Roma, L'Aquila, Napoli e Salerno.

Intanto, il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri, dopo averli sollecitati ancora una volta ieri alla Camera, oggi insiste ribadendo l'importanza di provvedimenti per affrontare il problema del sovraffollamento carceri. "L'amnistia sarebbe importante per i processi - ha detto il ministro Cancellieri oggi a Bologna parlando con i giornalisti - l'indulto per il sovraffollamento. I processi pendenti purtroppo sono tanti, un atto di clemenza sarebbe importante ma è sempre il Parlamento che deve decidere".

Pubblicità

Nel frattempo continua oggi 22 gennaio in commissione Giustizia al #Senato l'esame congiunto dei quattro ddl per la concessione di indulto e amnistia presentati dai senatori Manconi, Compagna, Barani Buemi e altri, mentre cresce l'attesa la discussione in Parlamento, ancora da calendarizzare, sul messaggio alle Camere inviato l'8 ottobre scorso dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che per affrontare entro maggio 2014 il problema del sovraffollamento carcerario ha chiesto a deputati e senatori l'approvazione dei provvedimenti di indulto e amnistia. #Governo #Camera dei Deputati