Sovraffollamento carcerario, amnistia e indulto, custodia cautelare e misure alternative. Sono alcuni dei temi che saranno discussi questa settimana in commissione Giustizia al #Senato della Repubblica mentre cresce l'attesa per l'inizio della discussione parlamentare sul messaggio alle Camere inviatodal Capo dello Stato Giorgio Napolitano l'8 ottobre scorso per richiamare l'attenzione sull'emergenza carceri alla luce della sentenza con cui la Corte di Stasburgo ha condannato l'Italia per le condizioni inumane e degradanti nelle carceri.

All'ordine del giorno della commissione Giustizia di Palazzo Madama presieduta dal senatore Francesco Nitto Palma di Forza Italia nelle sedute convocate il 28, 29 e 30 gennaio 2014 ci sono i quattro disegni di legge per la concessione dei provvedimenti di indulto e amnistia, invocati dal presidente della Repubblica, presentati dai senatori Manconi, Compagna, Barani, Buemi e altri.

Pubblicità
Pubblicità

In discussione anche il disegno di legge sulle modifiche alla custodia cautelare e al sistema penitenziario che ha già avuto il via libera alla Camera è che è al vaglio del Senato in seconda lettura.

E a proposito di giustizia la commissione di Palazzo Madama proseguirà l'esame anche dei seguenti disegni di legge: quello sull'esercizio abusivo delle professioni, il ddl sul contrasto all'omofobia, quello sull'introduzione del reato di diffamazione; il ddl sul divorzio breve e quello su corruzione e voto di scambio; il ddl sul tribunale della famiglia e ddl sulla responsabilità civile dei magistrati.

Nell'aula del Senato della Repubblica proseguirà invece l'esame del disegno di legge sull'introduzione del reato di scambio politico – mafioso.

E a proposito di carceri un protocollo operativo finalizzato a garantire una "umanizzazione della pena e il reinserimento sociale dei detenuti" è stato siglato ieri nella sede della Regione Emilia-Romagna a Bologna tra il presidente della Giunta regionale Vasco Errani e il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri. #Camera dei Deputati #Presidenza della Repubblica