"Rilanciare le iniziative su indulto, amnistia e riforma della giustizia". E' una delle priorità dei primi mesi del 2014 contenute nel programma annuale dei Radicali del Piemonte illustrato oggi in una conferenza stampa svoltasi a Torino nella sede dell'associazione radicale "Adelaide Aglietta".

Alla conferenza sono intervenuti Giulio Manfredi, della direzione nazionale Radicali italiani guidati da Rita Bernardini, Silvio Viale, consigliere comunale radicale torinese eletto nella lista del Partito democratico, e Igor Boni, presidente dell'associazione "Adelaide Aglietta".

Dopo la marcia di Natale a Roma promossa dai radicali a Roma per chiedere al Parlamento indulto e amnistia, la marcia di Capodanno a Firenze e le visite di diversi parlamentari in questi giorni in alcune carceri italiane, proseguono senza sosta dunque gli appelli di clemenza dei radicali.

Pubblicità
Pubblicità

Indulto e amnistia sono tornati nell'agenda politica dopo il messaggio alle Camere con cui il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, l'8 ottobre scorso, ha sottolineato la necessità di approvare i provvedimenti di clemenza generale previsti dalla Costituzione alla luce della sentenza con cui la Corte di Strasburgo, lo scorso gennaio, condannò l'Italia per le condizioni inumane e degradanti nelle carceri italiane che risultano sovraffollate.

Intanto, nel carcere fiorentino di Sollicciano è cominciata oggi una protesta di alcuni detenuti. Secondo quanto riferisce all'agenzia Ansa la parlamentare di Sinistra, ecologia e libertà Alessia Petraglia al termine di una visita nell'istituto penitenziario di Firenze, alcuni detenuti hanno improvvisato una protesta gettando nei corridoi umidi i loro materassi ormai inadatti al riposo decidendo di dormire senza materassi a partire da questa sera.

Pubblicità

Secondo la senatrice Petraglia le condizioni del carcere di Sollicciano sono "disumane e vergognose" poiché le "strutture sono fatiscenti e sovraffollate". La parlamentare di Sel sostiene che le condizioni di sovraffollamento carcerario rappresentano "una vergogna per l'Italia". #Senato #Camera dei Deputati #Presidenza della Repubblica