Indulto, amnistia, decreto svuota carceri, riforma custodia cautelare, misure alternative. Si preannuncia una settimana parlamentare e politica rovente sul fronte delle norme finalizzate a modificare il sistema giudiziario e penitenziario con l'obiettivo di alleggerire, entro maggio 2014, il sovraffollamento carcerario già sanzionato dalla Corte di Strasburgo contro il quale il Capo dello Stato Giorgio Napolitano ha già chiesto con un messaggio alle Camere i provvedimenti di indulto e amnistia.



Proprio per dare voce alla richiesta di mettere all'ordine del giorno del Parlamento il messaggio del presidente della Repubblica sulla questione carceraria è in sciopero della fame e della sete in questi giorni il leader storico dei radicali Marco Pannella, che è stato seguito nella sua iniziativa Satyagraha da diversi esponenti dei radicali, da alcuni componenti di associazioni che si occupano di diritti umani e anche da un gruppo su facebook.

Pubblicità
Pubblicità

Oggi alla commissione Giustizia della Camera prosegue l'esame del decreto svuotacarceri per la sua conversione in legge e alla commissione Giustizia del #Senato riprende l'esame dei quattro ddl su amnistia e indulto; ma si dovrà discutere anche di magistratura onoraria, norme anti corruzione, voto di scambio, falso in bilancio e riciclaggio; tribunale della famiglia e divorzio breve.

Nell'aula del Senato della Repubblica è cominciata stamane la discussione sul disegno di legge in materia di pene detentive non carcerarie e di riforma del sistema sanzionatorio che prevede più misure alternative alla detenzione in carcere, oltre agli arresti domiciliari e alle altre misure cautelari viene discussa la messa in prova ai servizi sociali e ai lavori di pubblica utilità.

Pubblicità

Intanto, il capogruppo della Lega Nord di Matteo Salvini in commissione Giustizia alla Camera, Nicola Molteni, torna a criticare fortemente il decreto del Governo Letta sulle carceri e i diritti dei detenuti. "Il decreto svuota carceri è un provvedimento criminale e un regalo alla mafia, il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri lo deve ritirare dubito.



Le violente critiche già espresse dalla Lega - ha aggiunto Nicola Molteni - sono state oggi confermate in commissione Giustizia dalle audizioni del procuratore aggiunto di Messina Sebastiano Ardita che ha definito lo svuotacarceri peggio di un indulto che fa uscire i mafiosi".



#Camera dei Deputati #Presidenza della Repubblica