#Silvio Berlusconi ha tentato di avvicinare Alessandro Di Battista, brillante deputato del Movimento Cinque Stelle. Lo ha riferito su #facebook lo stesso Di Battista in alcuni post in cui ha raccontato l’avvenuto ai seguaci della sua pagina.

Il successo del Movimento Cinque Stelle ha un po’ sorpreso Silvio Berlusconi che, come faceva ai vecchi tempi, ha subito provato un approccio amichevole, auspicando di trovare dall’altra parte un Violante o un D’Alema qualunque pronto a dialogare. Berlusconi è al lavoro in questi giorni per il futuro di Forza Italia: si è addirittura fatto il nome di Marina Berlusconi, con tanto di investitura televisiva in un discorso che potrebbe assomigliare molto a quello fatto dal padre nel 1994. Ma la figlia dell'ex Presidente del Consiglio ha respinto questi rumors e ha dichiarato che non scenderà in campo ma che resterà alla guida dell'azienda di famiglia.

“Pare che B. in elicottero abbia detto “Di Battista chi?”. Sembra un Renzi qualsiasi. Non credo che, dopo le menzogne sui milioni di posti di lavoro o sull’IMU da ritirare alle Poste ci sia gente che ancora gli crede, comunque, per dimostrare che non dico balle e che il #M5S non è sul mercato ecco l’sms. Non scherzate con i cittadini nelle istituzioni!: è questo il testo del post di Alessandro Di Battistain cui ha anche pubblicato il testo di un sms di un parlamentare vicino al Cavaliere: “Ale sono a cena da Berlusconi e parliamo di te…Bene", recitava il messaggio a cui il giovane deputato ha replicato: “Bene. Sempre meglio parlarne. Digli che può godersi i nipoti che al prossimo giro governiamo noi. Un abbraccio”.

Se Silvio Berlusconi voleva giocarsi l’ultima carta del dialogo con il Movimento Cinque Stelle sembra aver sbagliato: o, forse, non ha ancora capito che i deputati pentastellati fanno sul serio.