Arrivano i primi commenti e le prime reazioni dopo l'annuncio delle dimissioni del ministro Nunzia De Girolamo che lascia il #Governo Letta perché non avrebbe difeso la sua onorabilità dopo lo scandalo dell'Asl di Benevento.

"Mi dimetto da ministro per la mia dignità, la cosa più importante – ha in serata in una nota la De Girolamo - che voglio salvaguardare a qualunque costo. Non posso restare – ha spiegato - in un governo che non ha difeso la mia onorabilità".

I problemi della De Girolamo nascono da un'inchiesta su nomine e appalti all'Asl di Benevento decisi da quello che i magistrati chiamano un "direttorio politico". La De Girolamo non è al momento indagata, ma l'ex direttore amministrativo dell'Asl di Benevento Felice Pisapia, suo principale accusatore, ha consegnato delle intercettazioni abusive ai magistrati in cui emerge un ruolo della De Girolamo.

Pubblicità
Pubblicità

Prima la difesa alla Camera in un'aula semi vuota (il 17 gennaio scorso) adesso le dimissioni.

"Le dimissioni del ministro De Girolamo sono un gesto dignitoso – ha detto in una nota l'espontente di Forza Italia Osvaldo Napoli - ma suonano anche come atto d'accusa verso l'esecutivo per non averla difesa. Il #Nuovo Centrodestra – ha aggiunto Napoli - esce malconcio dalla vicenda e se Nunzia De Girolamo salva così la sua dignità forse è il caso che tutto il Nuovo centrodestra – ha sottolineato Napoli - pensi a salvare la propria uscendo dal governo".

"Rispetto il gesto di grande dignità di Nunzia – ha detto il ministro alle Infrastrutture e trasporti Maurizio Lupi del Nuovo centrodestra -. Mi dispiace perdere un ottimo ministro – ha aggiunto Lupi - ma so che guadagneremo in ruoli di grande responsabilità una risorsa enorme e tanta energia e passione per l'affermazione del Ncd".

Pubblicità

"Caso De Girolamo Game Over. Avevamo ragione noi – ha detto - Filippo Gallinella, deputato del M5s e componente della commissione Agricoltura – la De Griolamo si dimette per non affrontare il Movimento 5 stelle in Aula. Con noi l'onestà tornerà di moda".Il M5s aveva presentato la mozione di sfiducia al minsitro De Girolamo.

"Le dimissioni del De Girolamo rappresentano un atto di responsabilità – secondo il deputato del Partito democratico Sandro Gozi -. Quello di oggi - ha aggiunto Gozi - è un gesto opportuno che avevamo già chiesto".

Tra le voci che già circolano quella che Nunzia De Giroloma possa tornare tra le braccia di Silvio Berlusconi aderendo a Forza Italia.